SPAL, Semplici: “Io e Baroni vogliamo diventare i nuovi Sarri e Spalletti”

SPAL, Semplici: “Io e Baroni vogliamo diventare i nuovi Sarri e Spalletti”

L’intervista all’allenatore della SPAL, Leonardo Semplici: “Spero di vivere una nuova stagione bellissima come quella appena finita”.

Commenta per primo!

La sua SPAL è tornata in Serie A dopo 49 anni. Leonardo Semplici si auspica di vivere una stagione simile a quella vissuta nel 2016-17, quando la squadra di Ferrara ha offerto un bel gioco, arrivando prima nel campionato di B.

Il tecnico della SPAL ha presenziato questa mattina a un evento, a margine del quale ha avuto modo di affrontare alcuni dei temi più caldi in A: si parte dalla scelta di Marco Baroni (suo concittadino) che ha deciso di rimanere a Benevento, rispedendo al mittente le avances del Palermo.

APPROFONDISCI Marco Baroni resta al Benevento: niente Palermo per lui. Zamparini e Baccaglini…

BARONI – “Baroni promosso in A? Siamo dello stesso paese ed abitiamo nella stessa via… adesso sembra che i tecnici toscani vadano per la maggiore: adesso noi aspiriamo a diventare come Sarri e Spalletti, spero di vivere una nuova stagione bellissima come quella appena finita“, ha detto Semplici a Firenze Viola.

PIOLI – “Pioli? Credo che sia l’uomo giusto per ripartire, ha avuto un’ottima esperienza in passato per poter riportare in alto la Fiorentina, dove le compete – le parole di Semplici -. Berna e Babacar? Mi auguro che siano due punti di forza perché hanno entrambi ancora ampi margini di miglioramento: mi auguro possano diventare due giocatori determinanti per il futuro della Viola”.

UNDER-21 – “L’Under-21? Credo che il gruppo di Di Biagio abbia delle ottime chances non solo per ben figurare ma anche per arrivare in fondo al torneo: mi auguro che con il contributo dei giocatori più esperti, mi auguro che possa vincere il titolo”, ha concluso l’allenatore della SPAL.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy