Sepe si scusa: “So di avere sbagliato, accetterò sanzioni della Fiorentina”

Sepe si scusa: “So di avere sbagliato, accetterò sanzioni della Fiorentina”

La lettera del portiere dei viola.

1 Commento

Luigi Sepe si scusa. “In merito alle mie dichiarazioni pubblicate dopo la gara di Europa League Fiorentina-Tottenham mi scuso pubblicamente con la mia società, l’allenatore, i compagni di squadra ed i tifosi, consapevole di aver sbagliato”. Con questo messaggio, il portiere della Fiorentina intende far chiarezza dopo le polemiche scaturite dalla lettera pubblicata nella notte tra giovedì e venerdì (qui il testo integrale).

Approfondisci: Fiorentina, Pradè risponde a Sepe: “Se desidera possiamo anche rescindergli il contratto”

Emotività – “Voglio che tutti sappiano però che le mie parole non erano di disimpegno dalla Fiorentina, polemiche o di mancanza di rispetto verso l’allenatore ed i miei compagni di squadra, ma solo legate all’emotività del momento – ha aggiunto il portiere in un post su Instagram -, oltre all’amarezza ed alla rabbia perché ho scelto io di venire in un società importante come la Fiorentina con l’entusiasmo e la voglia di impormi e conquistare la maglia, e quando ieri sera mi sono visto, per un attimo, sfuggire davanti l’obiettivo mi sono lasciato andare ad esternazioni che un professionista dovrebbe sempre evitare”.

Errori – “Gli errori si pagano ed accetterò le sanzioni che la Fiorentina mi vorrà imporre, ma allo stesso tempo dagli errori si può anche imparare come la necessità di avere sempre la forza di soffrire e non mollare mai, perché solo così prima o poi può arrivare l’occasione giusta. Ci tengo, infine, a precisare che nella mia carriera da professionista ho sempre avuto comportamenti professionali e rispettato sempre le regole e le scelte di società ed allenatori, e non vorrei che un episodio possa mettere in discussione la mia professionalità e la mia serietà di uomo, seppur consapevole delle inopportune esternazioni avute ieri sera, a seguito delle quali mi dovrò riconquistare fin da domani la fiducia della mia società, allenatore e compagni, oltre che dei tifosi, ma per far ciò non servono le parole ma solo i fatti, e darò il mio contributo tutti i giorni fino alla fine della stagione per raggiungere gli obiettivi voluti fortemente da tutti”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alessandro Di Bella - 2 anni fa

    Questo quando c’è una società seria dietro che fa capire al giocatore che se vuole può anche rescindere e lo multerà! Da noi invece chiunque può dire quello che vuole e addirittura Gonzalez può permettersi di fare le corna ai tifosi senza che nessuno intervenga… Siamo dilettanti… Ci meritiamo Micciché!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy