Fiorentina, Corvino: “Palermo pagina più brutta della mia carriera, è colpa di tutto il club”

Fiorentina, Corvino: “Palermo pagina più brutta della mia carriera, è colpa di tutto il club”

Lo sfogo del direttore generale viola Pantaleo Corvino, ancora deluso dalla sconfitta subita in Sicilia contro il Palermo.

3 commenti

Qualcosa scricchiola in casa Fiorentina, la sconfitta subita a Palermo contro i rosanero accende sempre di più la polemica tra tifosi e società.

Gambe in spalla e pedalare forte, anzi fortissimo per non vanificare quanto fatto in questa stagione dai viola, ma giornata dopo giornata l’appoggio della Fiesole viene meno. Contro gli uomini di Bortoluzzi una delle partite più brutte della stagione dei toscani, a ribadirlo è stato anche il direttore generale dell’area tecnica viola Pantaleo Corvino, intervistato ai microfoni di Radio Bruno: “Insieme agli ultimi 45′ contro il Borussia M’gladbach in Europa League quella contro il Palermo è tra le pagine più brutte della mia carriera. La gara di coppa è stata terribile per me ma soprattutto per i tifosi e lo stesso si può dire della partita di Palermo. I nostri giocatori avevano fatto grandi sforzi in coppa, dove eravamo arrivati primi e avevamo vinto all’andata, e in Sicilia è successo lo stesso: vincendo saremmo stati vicinissimo al sesto posto. Abbiamo vanificato sacrifici, queste partite non le perdi perché manca un centrocampista o un difensore. Questa stagione non è fallimentare come ho sentito dire, siamo in linea con quanto avvenuto nelle ultime cinque stagioni“.

Società assente? E’ una cosa che non trova riscontro con i fatti, abbiamo una proprietà importate come la famiglia Della Valle che è innamorata di questa città. Hanno portato la piazza dalla Serie C alla Serie A. Gli striscioni sono figli delle delusioni dei risultati, i tifosi devono essere insieme alla squadra. Lo prendiamo come sfogo per via della delusione. Con la società abbiamo deciso che partiremo venerdì per la trasferta di Sassuolo, vogliamo prova a lottare ancora per il sesto posto. Abbiamo fatto delle considerazioni su quanto la squadra aveva fatto prima di Palermo e da lì abbiamo preso le nostre scelte. Se non abbiamo vinto a Palermo qualche errore lo abbiamo fatto anche noi, così i calciatori e anche l’allenatore- ha ammesso il dg Corvino- . Nessuno di noi è esente da colpe ed errori. Avremmo sicuramente potuto fare di più. Il tecnico avrà fatto i suoi errori ma Sousa insieme agli altri allenatori scelti dalla proprietà ha portato la Fiorentina in Europa: il nostro giudizio deve essere complessivo. Le analisi si fanno alla fine dell’anno, oggi non si può giudicare l’allenatore per gli errori che ha fatto“.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Francesco Schillaci - 2 mesi fa

    Bisogna ricordargli anche di come ha vinto all’andata con questo mediocre Palermo (spinta con le mani a Pezzella del centravanti di cui non ricordo il nome sotto l’occhio dell’arbitro di linea e facile gol di Babacar per non parlare del rigore solare di Tomovic con conseguente espulsione da ultimo uomo!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Emanuele Drago - 2 mesi fa

    Per la gigliata questo sarà l’ inizio di un lento declino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giuseppe Garofalo - 2 mesi fa

    Godo come un bambino nel sentire queste parole..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy