Pantano, un siciliano in Islanda: “Sto vivendo qualcosa di unico. Il mio consiglio? Venite in tanti”

Pantano, un siciliano in Islanda: “Sto vivendo qualcosa di unico. Il mio consiglio? Venite in tanti”

Lo strano caso del giovane calciatore siciliano che ha trovato fortuna in Islanda con la maglia del Selfoss.

Commenta per primo!

Sogno o son desto avrà pensato il tecnico svedese, Lars Lagerback, dopo aver portato la sua Islanda ai quarti di finale.

Ci ha creduto invece fin da subito Giordano Pantano, ex laterale sinistro della Lumezzane, che dal 2015 ha deciso di trasferirsi proprio in nord Europa al Selfoss – club di B islandese – per trovare fortuna. Il ventiquattrenne originario di Catania ha deciso di cambiare vita e abitudini e di ripartire proprio dall’Islanda come ha spiegato al Corriere della Sera. “Cercavano un terzino sinistro e questo mi bastava, avevo voglia di tornare in campo dopo aver lasciato Lumezzane al termine dei play out del 2015. Impossibile non tifare per loro, si è creato qualcosa di trascinante in questi giorni. Nel mio piccolo, sono un privilegiato. Sto vivendo qualcosa di unico, che potrò raccontare per sempreLa seconda serie locale corrisponde circa a una Lega Pro o a una Serie D di alto livello. Riesco a vivere solo di calcio, la mia giornata tipo non è cambiata per nulla rispetto alla mia ultima esperienza a Lumezzane o a quando, da giovane, ho giocato nella Primavera della Lazio. È cambiato solo il clima, ma ormai sono temprato al freddo. Qui ci sono dirigenti seri, sebbene sia considerato un calcio di bassissimo livello. Analisi, questa, non suffragata dai recenti risultati. Dell’Italia mi mancano il sole, gli affetti, alcuni amici cari, ma non certi personaggi che gravitano attorno a questo ambiente. Rifarei la scelta. Anzi, la consiglio“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy