Euro2016, Luca Toni: “Italia mix di sacrificio e qualità, può arrivare lontano ad una condizione”

Euro2016, Luca Toni: “Italia mix di sacrificio e qualità, può arrivare lontano ad una condizione”

Le dichiarazioni dell’ex attaccante, fresco di ritiro e Campione del Mondo nel 2006.

Commenta per primo!

Buona la prima per l’Italia agli Europei in Francia.

La squadra di Conte – una squadra lucida, operaia, anima e cuore – è riuscita a imporsi sul (favorito) Belgio per due gol a zero. Numerosi gli attestati di stima arrivati ai giocatori nelle ultime ore; anche Luca Toni, ex Campione del Mondo, si è congratulato con gli azzurri dopo il match giocato ieri sera a Lione. “Sinceramente non mi aspettavo una prestazione così. Sapevamo tutti che sarebbe stato difficile fare gol all’Italia perché come organizzazione e intensità le squadre di Conte non ti fanno respirare. Ma l’Italia è stata un mix di sacrificio e qualità e ha fatto davvero una grande partita. Certo, sono sempre gli episodi a decidere gare così equilibrate. L’Italia è stata brava a punire il Belgio alla prima distrazione – ha dichiarato Toni -. Bonucci s’è travestito da Pirlo in quell’assist per Giaccherini, che comunque ha fatto un gol da attaccante di razza, rimanendo freddo dopo un grandissimo aggancio. È stato bello vedere tanto sacrificio e tanta unione di gruppo. Così è stato più facile limitare la qualità del Belgio. Dopo il vantaggio, dagli spalti è partito il famoso ‘po-po-po’ delle notti di Germania 2006? L’ho ascoltato con una certa emozione. Questo dimostra la voglia che c’è in Italia di tornare grandi, perché il nostro paese vive di passione e di calcio. A parte l’Europeo 2012, le ultime manifestazioni sono state molto deludenti e quindi in tutti, giocatori in primis, c’è voglia di sognare. Ma sarà decisivo riuscire a mettere sempre in campo questa voglia e questo entusiasmo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy