Pres. Empoli, Corsi: “Non siamo voluti retrocedere! Futuro? L’idea è di mandar via tutti!”

Pres. Empoli, Corsi: “Non siamo voluti retrocedere! Futuro? L’idea è di mandar via tutti!”

Le parole del presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi: “Sul fronte del direttore non faccio il nome, ma abbiamo individuato una figura che viene da una società importante e può aiutarci sotto molti punti di vista”.

Commenta per primo!

Un fiume in piena, Fabrizio Corsi: il presidente dell’Empoli, intervenendo ad Antenna 5, torna a commentare la stagione appena conclusa. L’Empoli, così come Palermo e Pescara, dovrà ripartire dalla Serie B.

“Mi sento responsabile perché ho scelto di dare continuità a un tipo di gioco che ci aveva dato delle soddisfazioni: l’interprete migliore mi sembrava Giovanni Martusciello, ma in virtù della mancanza di quei giocatori che potevano esprimere certe cose il risultato è venuto di conseguenza – ha detto il numero uno del club toscano -. Dispiace perché c’erano comunque i presupposti per salvarci, ma nel girone di ritorno abbiamo fatto peggio che all’andata. Ci sarebbe da parlare di tanti piccoli episodi, ma è andata così”.

BISCHERATE – “Ho ben presente le mie responsabilità. Chi ci accusa di retrocessione voluta dice però una bischerata: io la vivo come una sconfitta personale più delle altre. L’allenatore ha forse palesato dei limiti nell’assorbire le pressioni negative che ha subìto, ma è il meno responsabile. Tecnicamente ha sempre condotto al meglio il lavoro settimanale. No, la colpa è mia e sono pronto a sottopormi a tutti i processi del caso”.

PROSSIMO DS – “A livello economico abbiamo una stabilità che qualche anno fa non avevamo, però l’aspetto più difficile, adesso, è gestire il ricambio tecnico. Sul fronte del direttore non faccio il nome, ma abbiamo individuato una figura che viene da una società importante e può aiutarci sotto molti punti di vista. Per quanto riguarda invece l’allenatore è stato fatto il nome di Longo, ci risentiremo sia con lui che con altri due o tre tecnici che ci interessano. Prima vorrei chiarire la posizione del direttore tecnico e poi definire tutto insieme a lui”.

PIAZZA PULITA – “La squadra? L’idea è quella di cambiare tutti i giocatori più importanti. Noi cercheremo di fare piazza pulita, ma se qualcuno rimarrà con le giuste motivazioni cercheremo di integrarlo. Poi ci sono i giovani come Zajc o Veseli che possono aiutarci: l’idea è ricreare una base per un progetto di due o tre anni che ci porti a pensare di essere un po’ più ambiziosi. Per adesso, però, pensiamo solo a ripartire”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy