Iachini: “Empoli e Sassuolo situazioni uguali, sempre difficile subentrare. Chievo? Ecco com’è andata…”

Iachini: “Empoli e Sassuolo situazioni uguali, sempre difficile subentrare. Chievo? Ecco com’è andata…”

Le dichiarazioni di Beppe Iachini, allenatore dell’Empoli, sulla passata stagione con il Sassuolo e sul mancato passaggio al Chievo Verona

Parla Beppe Iachini.

Subentrato sulla panchina dell’Empoli ad Aurelio Andreazzoli, l’ex tecnico del Palermo ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Tuttomercatoweb, nel corso della quale ha paragonato la propria esperienza della scorsa stagione con il Sassuolo a quella appena iniziata col club toscano, soffermandosi anche sul suo mancato passaggio al Chievo Verona (che ha invece preferito il poi dimissionario Gian Piero Ventura) e non solo. Di seguito un estratto dell’intervento dell’allenatore ex rosanero.

L’anno scorso ha preso il Sassuolo penultimo e ha portato a casa la salvezza. Ora è chiamato ad un’altra impresa.
Situazione uguale (sorride, ndr.). Quando si subentra è sempre difficile, ci sono paure, timori, devi dare certezze al gruppo. Ogni allenatore porta le sue esperienze al servizio della squadra. Valuteremo bene le caratteristiche dei giocatori, anche i giovani devono capire in fretta la categoria che è molto impegnativa“.

Mister, stava per andare al Chievo. Pericolo scampato…
Ci sono delle situazioni dove trovi le condizioni per andare a fare un percorso insieme e altre no. Con il Chievo ho un grandissimo rapporto perché ho vissuto una bella pagina da allenatore. Il ricordo è sempre vivo e rimane. Non c’è stata la possibilità di lavorare insieme. Cosa che invece si è verificata ad Empoli, Accardi e Pecini mi hanno manifestato grande stima. Ho visto entusiasmo e voglia di portarmi ad Empoli e così è scattata la scintilla“.

La promessa: a fine anno Empoli salvo, Beppe Iachini che fa? Niente cappellino per una settimana?
No, scordatevelo (sorride, ndr.). Piuttosto credo che andrò a fare una visita ad un Santuario di Empoli insieme a tutta la squadra. La salvezza sarebbe davvero un bel traguardo. E dobbiamo lavorare tutti insieme con grande applicazione, come stiamo facendo“.

(Iachini: “Serie A molto difficile, mi aspetto il massimo da tutti. Caputo e Di Lorenzo…”)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy