Giampaolo: “Con la Samp vogliamo vincere. Il mio futuro? Penso all’Empoli”

Giampaolo: “Con la Samp vogliamo vincere. Il mio futuro? Penso all’Empoli”

Le dichiarazioni del tecnico dei toscani.

Commenta per primo!

“Dobbiamo reagire, mostrando intensità e determinazione. Quattro sconfitte sono tante, e indubbiamente pesano sul morale della squadra. Eravamo abituati ad un altro trend, ed è nostro dovere dare dimostrazioni a livello tecnico e caratteriale, a prescindere dall’avversario che ci troveremo di fronte”. Queste le parole di Marco Giampaolo, tecnico dell’Empoli, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della delicata sfida che vedrà i toscani opposti alla Sampdoria di Vincenzo Montella.

Sulla classifica: “Non siamo assolutamente preoccupati, ma è normale che quando perdi quattro partite di fila e non vinci da un po’, lo stato d’animo cambi. Dovremo giocare la partita, andando a caccia degli eventi giusti”.

SERIE A, LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Su Costa: “Dovrebbe rientrare domani. L’ho visto in crescita questa settimana, ritroviamo un giocatore importante”.

Sull’emergenza in difesa: “Gli infortuni ci creano un po’ di problemi da tempo, abbiamo imparato a conviverci. Nessuno dei ragazzi si è però tirato indietro, a prescindere dai risultati”.

Sulla Sampdoria: “E’ una squadra che per caratteristiche ci somiglia”.

Su Mchedlidze: “Levan ha giocato novanta minuti contro il Genoa. Sono contento per lui, si è creato qualche buona occasione ed il suo recupero è stato senza dubbio importante. Quando ho tanti attaccanti a disposizione sono sempre contento, perché li faccio ruotare molto”.

Sul calo di rendimento a centrocampo: “Non voglio cercare alibi, abbiamo commesso degli errori, e in virtù di ciò siamo finiti in questa spirale negativa”.

Sul futuro: “Mi infastidisce essere accostato ad altre squadre. Non leggo i giornali, non voglio condizionarmi. Sono concentrato solo sul presente, perché è con quanto fatto adesso che si costruisce il futuro. Il mercato delle panchine non mi tocca e non mi interessa, l’unica cosa che conta è ripagare il club per la fiducia accordatami. Poi, appena raggiunto l’obiettivo, ci fermeremo a discutere sul contratto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy