Figc: nasce il Fair Play finanziario, mai più un caso Manenti. Il comunicato

Figc: nasce il Fair Play finanziario, mai più un caso Manenti. Il comunicato

Nel corso del Consiglio Federale odierno sono state varate le norme sull’introduzione di un piano per l’equilibrio finanziario dei club di Serie A e sull’acquisizione di società.

Commenta per primo!

Nel corso del Consiglio Federale odierno sono state varate le norme sull’introduzione di un piano per l’equilibrio finanziario dei club di Serie A e sull’acquisizione di società professionistiche. Mediagol.it vi propone il comunicato della FIGC.

“Nell’ambito del processo di implementazione del Sistema delle Licenze Nazionali e di una graduale introduzione di ulteriori indicatori di controllo dell’equilibrio finanziario ed economico, il Consiglio ha approvato all’unanimità il quadro complessivo delle norme, rinviando ad una successiva valutazione tecnica l’indicazione delle percentuali specifiche. A decorrere dalla stagione sportiva 2015/16 viene introdotto un indicatore di liquidità finalizzato a misurare il grado di equilibrio finanziario di breve termine, cioè la capacità dei Club di far fronte agli impegni finanziari con scadenza entro 12 mesi – recita il comunicato -. Detto indicatore di liquidità è calcolato attraverso il rapporto tra le Attività Correnti (AC) e le Passività Correnti (PC). In caso di mancato rispetto dell’indicatore di liquidità nella misura minima che verrà stabilita, la carenza finanziaria dovrà essere ripianata. A quello di liquidità si aggiungono anche altri due indicatori, quello di indebitamento e quello del costo del lavoro allargato, che comunque rappresentano dei correttivi in positivo, al fine di ridurre nella misura di 1/3 ciascuno l’importo necessario per ripianare l’eventuale carenza finanziaria determinata dall’indicatore di liquidità. L’indicatore di indebitamento misura il grado complessivo di indebitamento delle Società in rapporto al Valore della Produzione. Detto indicatore rappresenta il raccordo tra la componente finanziaria dei Debiti (D) e quella economica del Valore della Produzione (VP) e segnala in modo sintetico la sostenibilità dell’indebitamento. L’indicatore di Costo del Lavoro Allargato è finalizzato a misurare il peso economico del costo del lavoro attraverso il rapporto tra il Costo del Lavoro Allargato (CLA) ed i Ricavi (R). Il Consiglio Federale ha deciso di portare in approvazione alla prossima riunione le Licenze Nazionali per le Società di Serie B e di Lega Pro“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy