Empoli-Roma, Andreazzoli ritrova i giallorossi: “Non può essere un match come gli altri…”

Empoli-Roma, Andreazzoli ritrova i giallorossi: “Non può essere un match come gli altri…”

Le parole del tecnico dei toscani sul passato in giallorosso

Non può essere una partita come le altre. La Roma rappresenta un periodo importantissimo della mia vita. Ho amici fraterni e una società che mi ha sempre trattato benissimo“.

Una partita speciale quella di domani sera al Carlo Castellani per Aurelio Andreazzoli che, dopo quasi due anni, ritrova la Roma. Salutata nel 2017 con l’addio di Spalletti, guidata nel 2013 per subentrare a Zeman, la Roma ha un posto particolare nel cuore del tecnico dell’Empoli: “Abbiamo visto crescere tanti ragazzi, alcuni maturare e altri invecchiare. Quando vivi a contatto con loro per 12 anni ti rimane molto anche al di là dell’aspetto professionale. Ci sono moltissimi aneddoti che mi sono rimasti dentro. Finale con la Lazio? E’ una gara che abbiamo perso, un capitolo amaro che rimane ma è comunque una partita. Ho perso anche domenica scorsa a Parma e mi giravano le scatole allo stesso modo“.

In conferenza stampa, però, Andreazzoli non si è fatto comunque prendere solo dalla nostalgia analizzando così il match contro i giallorossi: “Le nostre partite sono di livello, ma non possiamo accontentarci. Abbiamo la percezione di fare un buon lavoro, ma in questo momento le cose non vanno come vorremmo e c’è amarezza. Servono punti e ci manca un po’ di cattiveria“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy