Empoli, Pasqual: “Il 2017 non poteva iniziare meglio, adesso Palermo a -7. Gilardino…”

Empoli, Pasqual: “Il 2017 non poteva iniziare meglio, adesso Palermo a -7. Gilardino…”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal terzino dell’Empoli, Manuel Pasqual.

Commenta per primo!

A pochi giorni dal match del Ferraris contro la Sampdoria, in casa Empoli parla Manuel Pasqual, uno dei calciatori più rappresentativi degli azzurri.

“Il 2017 per l’Empoli non poteva iniziar meglio, perché comunque quella contro il Palermo era una partita importante in ottica salvezza. Il Palermo ci pedinava in classifica, e così siamo riusciti ad allontanarlo – ha detto l’ex Fiorentina -. Quando vinci uno scontro c’è sempre un po’ più di entusiasmo. L’importante adesso è rimanere concentrati, non dobbiamo perdere di vista il nostro obiettivo: non siamo ancora salvi. Non dobbiamo essere troppo euforici, fortunatamente la squadra è abbastanza equilibrata a livello mentale. Vincere aiuta a vincere: contro la Sampdoria giocheremo per vincere“.

Lotta salvezza che adesso sorride ai toscani, che però non si vogliono fermare. “Più squadre riusciremo a tirar dentro in questa lotta per non retrocedere, più le percentuali di salvezza si alzeranno – ha proseguito Pasqual -. La vittoria col Palermo non ci ha permesso solamente di staccare i rosa, ma anche di mettere paura al Sassuolo – ha spiegato -. Con Pescara, Crotone e Palermo abbiamo sempre fatto bottino pieno: quando incontreremo queste squadre nel girone di ritorno, ammetto che l’importante sarà non perdere“.

Chiosa finale su Alberto Gilardino che in settimana ha lasciato Empoli per raggiungere Pescara. Dispiace per Gilardino, la squadra perde un elemento di personalità e spessore. Lo conosco personalmente, so com’è fatto, so quanto ci è rimasto male. Voleva mantenere la media-gol che è abituato a mantenere. Mi dispiace anche per l’Empoli: la squadra perde un calciatore di esperienza“, ha concluso Pasqual.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy