EMPOLI-PALERMO, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

EMPOLI-PALERMO, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

Di Fabrizio Anselmo
.

Commenta per primo!

Di Fabrizio Anselmo

Se l’avversario fosse stato il Chelsea, avremmo parlato di un Palermo che ha perso giustamente con una delle più forti squadre del mondo, ma, dato che le maglie blu appartengono all’Empoli, rivale diretta dei rosa per la salvezza, allora possiamo tranquillamente parlare di disastro. Il Palermo non fa un solo tiro in porta degno di nota, mentre in difesa balla come se ad attaccare gli spazi ci fossero Cristiano Ronaldo e Bale. Le partite si vincono a centrocampo. Nella zona mediana del campo, i rosa non sono all’altezza delle dirette concorrenti, tutto qui. Chi pensa che Iachini abbia delle colpe, si soffermi sulla qualità del centrocampo dell’Empoli che, con gli uomini di impostazione ha tagliato letteralmente in due la difesa ad ogni verticalizzazione.

SORRENTINO 5,5 spiazzato dal tacco di Maccarone, scavalcato dal colpo di testa di Tonelli e bucato dal tiro di Pucciarelli, evita un passivo più severo in un paio di circostanze.

ANDELKOVIC 5 Sarri sa benissimo che sulle palle alte non è facile scavalcare lo sloveno, quindi imposta una partita sul palleggio e sugli scambi in profondità a tagliare la difesa, vero tallone d’Achille del difensore. Sul secondo gol si fa sovrastare da Pucciarelli sbagliando il tempo sul cross di Valdifiori. Male.

TERZI 4,5 partita da dimenticare per Terzi che pur aveva giocato in maniera ordinata nelle precedenti uscite. Riesce a sbagliare in tutti i momenti caldi dell’incontro, facendo calare il sipario su una partita mai veramente cominciata.

FEDDAL 4,5 non è tanto l’infortunio sul 3-0 (cade lanciando Pucciarelli davanti Sorrentino), quanto la sensazione di insicurezza che si respira non appena l’Empoli attacca dalla destra. Senza il filtro di Daprelà, vengono a galla tutti i limiti del marocchino.

MORGANELLA 5 portato a spasso dall’Empoli, gioca praticamente un’intera partita a torello. In fase difensiva soffre le ‘micidiali’ sovrapposizioni di Mario Rui e Croce.

RIGONI 5 lavoro di rottura fatto male e gestione della manovra fatta peggio, il centrocampo ha bisogno d’ossigeno, non di legna da ardere.

BOLZONI 5 anche lui, come Morganella, vaga per il campo alla ricerca di un pallone che non toccherà mai per la differenza di qualità con i palleggiatori dell’Empoli. Sul 2-0 lascia troppo spazio a Valdifiori.

NGOYI (dal 19’s.t.) S.V. entra a partita già finita (o forse mai cominciata) e guarda il pallone sfrecciare tra i piedi dei centrocampisti dell’Empoli.

DAPRELÀ 5 si legge in formazione ma non si vede praticamente mai in campo né in fase di impostazione, né in copertura.

VAZQUEZ 5,5 abbassa il baricentro per unire i reparti, ma finisce per autoarginarsi, cadendo nella gabbia creata da Sarri. Peccato per il gol annullato (ingiustamente) che avrebbe riaperto la partita. COCHEV (dal 26’ s.t.) S.V.

BELOTTI 5 altra partita da spettatore. Con un centrocampo che non crea, è impensabile aspettarsi i gol dagli attaccanti.

MAKIENOK (dal 58’) 5 paradossale non beccare un pallone di testa con quel fisico. Probabilmente non avrà il carattere del nordirlandese, ma interessava davvero a qualcuno cosa faceva Lafferty nelle sue ore libere?

DYBALA 5 giocando tra le linee può essere devastante se ben supportato dal centrocampo, viceversa si corre il rischio di subire la pressione sia della difesa che del centrocampo.

IACHINI 5 dov’è finita la miglior difesa della B? Dov’è il carattere dei rosa? Si può perdere una partita, ma non in questa maniera, senza lottare. Dopo questa batosta bisogna correre ai ripari per non naufragare nella tempesta della Serie A. Adesso serve il carattere di Iachini, oggi più che mai bisognoso del supporto della società e del presidente Zamparini.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy