Empoli, è tensione salvezza: non c’è risposo, silenzio stampa per gli azzurri

Empoli, è tensione salvezza: non c’è risposo, silenzio stampa per gli azzurri

Gli azzurri si concentrano al massimo per gli ultimi 180′ della stagione: la salvezza è a rischio.

Commenta per primo!

Sale la tensione in casa Empoli, la sconfitta per 3-1 contro il Bologna inguaia i toscani che dovranno guardarsi bene le spalle dal Crotone lontano solo un punto.

Saranno 180′ di fuoco quelli che aspettano gli azzurri ed i pitagorici, due gare per capire chi riuscirà ad avere la meglio nella corsa salvezza che, fuori dai pronostici, vede invischiato anche il Genoa. Ai toscani toccherà l’Atalanta settimana prossima e poi il Palermo, due gare più abbordabili rispetto a quelle che attenderanno Genoa (Torino e Roma) e Crotone (Juventus e Lazio), match che non dovranno avere risultato negativo per gli uomini di Martusciello per agguantare a salvezza. Per permettere tutto ciò gli azzurri non si sono riposati nella giornata odierna, non per punizione, ma per preparare al meglio la gara contro la Dea di Gomez e Gasperini, essendo stato infatti annullato il giorno di riposo canonico concesso ai giocatori. La società guidata da Corsi vuole tenere alta la concentrazione per il rush finale, obiettivo unico è la salvezza. Stando a quanto comunicato dal club sarebbe stato indetto anche il silenzio stampa, esteso a tutti i tesserati, almeno fino a sabato. In dubbio dunque la consueta conferenza stampa pre-gara di Martusciello in vista della gara del Castellani.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy