Empoli, Croce: “Palermo sfida importante, ma non decisiva. Possiamo raggiungere la salvezza”

Empoli, Croce: “Palermo sfida importante, ma non decisiva. Possiamo raggiungere la salvezza”

Le parole del numero 11 azzurro, Daniele Croce, nella settimana che porta alla sfida salvezza contro il Palermo.

Commenta per primo!

Una sfida troppo importante in ottica salvezza, Empoli e Palermo non potranno permettersi un passo falso nella sfida che li vedrà contrapposti sabato pomeriggio al “Castellani”.

Lo sa bene Daniele Croce, centrocampista del club azzurro che, intervenuto ai microfoni di Pianetaempoli.it, ha tracciato un bilancio del 2016 e degli obiettivi da centrare nell’anno appena iniziato: “Il bilancio è positivo anche se è stato un anno più difficile rispetto a quello precedente. La differenza la fa però la salvezza che abbiamo ottenuto e che permette a me e a tutta la squadra di essere qui a disputare il terzo anno consecutivo di Serie A e stiamo parlando di una cosa assolutamente non scontata. Poi c’è comunque da dire che al momento, essendo quartultimi, saremo virtualmente salvi ancora e quindi voglio davvero evidenziare tutte le positività che ci lascia in eredità il vecchio anno anche se, perchè è giusto ed onesto da dire, qualche difficoltà in più c’è stata”.

Palermo? Non è una partita decisiva, non lo può essere a metà campionato, ma è una sfida salvezza che porta con se un’importanza molto elevata e che quindi va affrontata con lo spirito giusto come fatto in tutti gli altri scontri salvezza della stagione che alla fine sono stati l’elemento più positivo di questo inizio di campionato. Vincerla sarebbe importantissimo- ha continuato il numero 11 azzurro- , proprio per questo la stiamo preparando con grandissimo impegno e convinzione perchè sempre più stiamo capendo l’importanza dei punti e mettendoci ancora un po’ di qualità abbiamo la convinzione che anche quest’anno si possa arrivare alla salvezzaCredo che le tre dietro qualcosa faranno, ma non tanto per via del mercato di gennaio che non può mai stravolgere una squadra, sarà per altri valori e noi dovremo guardarci sempre bene le spalle. Ma credo che anche qualcuna di quelle davanti a noi potrà magari avere qualche problema e ritrovarsi più a ridosso delle attuali quattro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy