Beretta: “Caos Parma? La Figc non ha colpe. Sul prosieguo del campionato…”

Beretta: “Caos Parma? La Figc non ha colpe. Sul prosieguo del campionato…”

Intervenuto ai microfoni di Radio Anch’io, il presidente della Lega Serie A, Maurizio Beretta, ha fatto il punto sul caos che ha travolto il Parma nelle ultime ore. “Il passaggio del Parma a Manenti.

Commenta per primo!

Intervenuto ai microfoni di Radio Anch’io, il presidente della Lega Serie A, Maurizio Beretta, ha fatto il punto sul caos che ha travolto il Parma nelle ultime ore. “Il passaggio del Parma a Manenti fu salutato con grande entusiasmo, il fatto che non possa permettersi di pagare 2 mila euro di multe non dipende assolutamente dalla Lega di Serie A. Ci sono tempi specifici per valutare tutti i dati: la Covisoc ha analizzato i bilanci e tutto era in linea. La verifica del primo di ottobre, legata a stipendi, tasse e contributi erano in regola, il problema s’è evidenziato a novembre. E lì sono scattate le penalizzazioni imposte dalle norme federali”.

“Chiunque si può comprare il Parma, a patto che si carichi sulle spalle la situazione pregressa. L’accertamento ai fini Uefa del club è stato fatto da noi, dalla Lega, e ci siamo accorti di una mancanza di pagamento di una cifra vicino ai 300 mila euro. Ricordo che si scatenò di tutto, allora: dal complotto alla voglia di penalizzare una città. Il nostro lavoro, invece, fu rigoroso. La società ha pagato, rientrando nei parametri, e questa è la fotografia della situazione. Siamo vicini, comunque, ad introdurre, a livello federale, un meccanismo simile a quello inglese. Quel sistema va bene ma funziona in maniera diversa in base a ciò che si sta per comprare, se un gioiellino o un club in difficoltà”.

In attesa dell’assemblea di Lega, il Parma resta in sospeso: campionato finito o no? «La richiesta dell’AIC di rinviare la partita non mi ha trovato d’accordo, sarebbe giusto, fino a quando non capita qualcosa di sportivamente diverso, dare un senso di continuità e normalità, anche perché la trasferta di Genova era pronta. E’ stata una richiesta civile e il presidente federale ha scelto questa strada. Non so cosa succederà in futuro: questo, teoricamente, è stato l’ultimo rinvio. Dobbiamo guardare a cosa è possibile fare in questa fase: ho letto critiche immotivate e ingenerose sulla Lega e sulla convocazione dell’Assemblea, ma è stata una scelta tempestiva. Dobbiamo guardare alle norme esistenti e alla volontà di innovare, serve per avere un’idea su quali iniziative possano essere prese in considerazioni. Poiché pende il ricorso per il fallimento, la Lega potrà assumere decisioni solo nell’ambito della procedura. Prima del 19, dunque, nessuna decisione è possibile. Aiuto economico al Parma? E’ l’oggetto di quella che sarà la prossima assemblea, dobbiamo capire quali sono le regole in vigore. E’ una situazione complessa, da affrontare con lucidità e senza decisioni estemporanee. Dobbiamo lasciar scendere questa tensione che s’è creata, prima di arrivare ad una decisione”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy