VIDEO, incredibile a Quito: Enner Valencia finge infortunio per evitare l’arresto in campo

VIDEO, incredibile a Quito: Enner Valencia finge infortunio per evitare l’arresto in campo

L’attaccante dell’Everton non ha pagato gli alimenti alla moglie da cui ha ottenuto il divorzio (totale di 20mila euro). In Ecuador la polizia tenta in tutti i modi di arrestarlo, ma lui sfugge.

Commenta per primo!

Una scena che ha quasi del comico.

Siamo a Quito (Ecuador), dove da qualche giorno è scattata una sorta di caccia all’uomo. “L’uomo” è Enner Valencia, attaccante dell’Everton in prestito dal West Ham, tornato in settimana nel suo paese per giocare i match di qualificazione ai prossimi Mondiali. Su di lui pende un mandato di cattura per il mancato pagamento degli alimenti per la figlia all’ex moglie: un totale di 20mila euro.

La polizia locale aveva provato – invano – ad arrestarlo già all’arrivo del pullman della squadra all’Estadio Olimpico Atahualpa (la partita è stata poi vinta dall’Ecuador per 3-0 contro il Cile). Come dimostrano queste immagini.

Enner Valencia ha dunque giocato il match di Quito, ma al 33′ del secondo tempo un episodio che ha fatto scattare sull’attenti la polizia che era a bordo campo: Valencia si accascia sul terreno di gioco, chiede l’intervento dello staff ed entra la barella. Chiede ai medici di essere portato all’ospedale… Lì l’arresto non può avvenire. Scene che fanno il giro del mondo e che strappano anche un sorriso. Nonostante il telecronista dell’incontro urlasse: “Verguenza! Verguenza!“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy