The Italian Job: tifosi del Leicester espongo striscione raffigurante Ranieri in versione Il Padrino

The Italian Job: tifosi del Leicester espongo striscione raffigurante Ranieri in versione Il Padrino

Curioso striscione raffigurante il tecnico italiano in versione cinematografica.

2 commenti

Marlon Brando? No, Claudio Ranieri. Secondo i tifosi dei Foxes, è proprio il tecnico romano ad essere il nuovo “Goodfather“, il padrino. Il motivo è presto detto, in quanto, a margine della sfida tra Leicester e Norwich City, i tifosi biancoblu hanno ben pensato di esporre uno striscione raffigurante il proprio allenatore in vesti cinematografiche, ritraendolo in quella che ad oggi viene ricordata come una delle più importanti locandine della storia del cinema. Striscione controverso, ma allo stesso tempo goliardico, atto a celebrare l’impresa del trainer ex Inter, attualmente in vetta alla classifica della Premier League con 56 punti, cinque in più rispetto alla coppia di inseguitrici, formata dalle londinesi Arsenal e Tottenham, ferme a 51 punti. Di seguito, Mediagol.it vi propone la foto raffigurante il curioso striscione:
Leicester City v Norwich City - Premier League

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Antonello Provenzano - 1 anno fa

    Io vivo all’estero da dieci anni e vi dico che per gli stranieri non è insultante come lo è per noi: per loro è una cosa cool.
    Poi non sanno la differenza tra la Sicilia e l’Italia, arrivando a fare un mischione complessivo: un bergamasco può essere chiamato “mafioso”…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Salvo da Bali - 1 anno fa

      Beh anchio vivo all’estero e viaggio molto e devo dirti che quando dico sicilia la prima cosa che mi dicono è mafia e qui in Asia se invece dico Palermo fortunatamente lo associano alla squadra di calcio ma devo aggiungere purtroppo che qualcuno mi chiede se siamo in B o in A perchè purtroppo il calcio italiano da qualche anno ha perso molto del suo valore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy