Serie B: scoppia il caso attorno all’Entella. Trovato foglietto con scritto ‘Pareggeremo su rigore’ e la profezia si avvera. Il team manager: “Ecco cos’è successo”

Serie B: scoppia il caso attorno all’Entella. Trovato foglietto con scritto ‘Pareggeremo su rigore’ e la profezia si avvera. Il team manager: “Ecco cos’è successo”

Un foglietto trovato sulla panchina della Virtus Entella con la scritta “pareggeremo su rigore” ha fatto scoppiare un caso, perché nel match di ieri contro il Frosinone, la squadra di Chiavari.

Commenta per primo!

Un foglietto trovato sulla panchina della Virtus Entella con la scritta “pareggeremo su rigore” ha fatto scoppiare un caso, perché nel match di ieri contro il Frosinone, la squadra di Chiavari ha pareggiato proprio su rigore al 92′. Il foglio, rinvenuto dopo la gara sulla panchina dell’Entella da un vigile del fuoco in servizio nello stadio e poi consegnato al rappresentante della Procura Federale presente al ‘Matusa‘, ha fatto tingere di giallo un finale di gara che sembrava dover suscitare polemiche solo riguardo la legittimità o meno del penalty concesso dal direttore di gara. Come riferito dal Messaggero, il presidente dei laziali, Maurizio Stirpe, avrebbe telefonato al presidente della FIGC Tavecchio per chiedere ogni accertamento su quanto avvenuto. “Sono rimasto sorpreso, ne ho parlato con Tavecchio, al quale ho chiesto che non si tralasci nulla”. Polemica che, però, non avrebbe ragione di esistere, secondo quanto sostenuto dal team manager della Virtus EntellaMaurizio Podestà, intervistato dall’Ansa. “Non si tratta né di un pizzino né di cabala. Io tengo nota di tutte le azioni durante la partita e ieri avevo esaurito il foglio, al termine di una gara che ha visto oltre 19 episodi da segnalare. Ho così scritto su un foglio a parte ‘segniamo su rigore’ con il minuto dell’azione di Sforzini”.

“Siccome subito dopo lo stesso giocatore è stato espulso – prosegue Podestà – sono dovuto andare in campo a prenderlo per accompagnarlo negli spogliatoi, visto che dagli spalti veniva giù di tutto. Ho lasciato lì il foglietto, poi non ci sono state altre azioni perché la partita è finita”.

Podestà spiega perché quel foglio sia stato lasciato sulla panchina: “Non aveva alcuna influenza, alcuna importanza per noi. Ripeto, sopra quel foglietto c’è scritto solo il fatto che abbiamo segnato: forse non ho scritto il minuto, visto che eravamo in recupero. Ovviamente ex post, dopo che l’azione si era verificata”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy