PRIMAVERA ROSANEROSABATO SFIDA TOSTA A CROTONEAQUINO AL TOP, ASPETTANDO IL RISCATTO DI SOSA

PRIMAVERA ROSANEROSABATO SFIDA TOSTA A CROTONEAQUINO AL TOP, ASPETTANDO IL RISCATTO DI SOSA

di Salvatore Orifici Dopo la prima cocente sconfitta subita ai danni di una fortissima Lazio, tra le candidate alla vittoria finale, i ragazzi della Primavera del Palermo hanno inanellato una serie.

Commenta per primo!

di Salvatore Orifici Dopo la prima cocente sconfitta subita ai danni di una fortissima Lazio, tra le candidate alla vittoria finale, i ragazzi della Primavera del Palermo hanno inanellato una serie significativa di risultati utili consecutivi frutto di 5 vittorie e 3 pareggi e appena 2 sconfitte racimolando 18 punti e il secondo posto in classifica. Eppure nellultima di campionato contro lAscoli i ragazzi di Beggi e Ruisi sono di nuovo caduti tra le mura amiche. E stata una gara strana, con i rosa che hanno dominato in lungo e in largo il team di mister Castoldi, non riuscendo a raddoppiare il gol del vantaggio firmato dal giovanissimo Bentivegna, classe ’96. Gli ospiti, così, hanno approfittato dello scarso cinismo del reparto avanzato rosanero, riuscendo nell’impresa di espugnare il “Comunale” di Santa Flavia. Il più dispiaciuto è apparso il tecnico Cesare Beggi che nel post partita ha dichiarato. “Ho poco da rimproverare ai miei ragazzi. La squadra ha giocato bene come al solito, lunico rammarico è di essere stati poco concreti sotto porta. In questi casi il rischio che al primo errore si venga puniti cè: oggi è successo proprio questo. Non sono preoccupato, la prova dei ragazzi è stata ottima”. LUOMO PIU IN FORMA – Una battuta d’arresto, quella contro l’Ascoli, che non ha minimamente scoraggiato lo staff tecnico, che a fine gara ha potuto festeggiare la convocazione in prima squadra del terzino destro paraguaiano David Aquino. E’ proprio lui ad essere uno dei punti fermi dello scacchiere di Ruisi e Beggi. Vero e proprio pendolino sulla corsia destra, Aquino si sa rendere pericoloso anche sulle palle inattive grazie allottima capacità in elevazione e negli anticipi uno contro uno. Lo stesso Beggi si è congratulato con il suo difensore. “La convocazione di Aquino in prima squadra? Motivo dorgoglio per tutti noi, sono felice che siano stati premiati gli sforzi di un ragazzo che si sta costruendo col duro lavoro giorno dopo giorno”.Assieme al paraguaiano, punti fermi della difesa sono diventati Kosnic, al secondo anno in rosa e Goldaniga, che in estate aveva preso parte al ritiro con Sannino e in questa stagione è stato in grado di giocare sia da centrale che da terzino. DA RIVEDERE – In questo inizio di campionato ci si aspettava di veder brillare almeno con la Primavera la stellina uruguaiana Sebastian Sosa acquistato dal Palermo nellultimo mercato e letteralmente strappato dalla concorrenza del Napoli . Invece il talento di Cerro Largo, è apparso indietro per condizione fisica e sviluppo tattico, nonostante alcuni evidenti progressi rispetto alla primissima fase del campionato. E pensare che questo ragazzone, alto e forte di testa, nel massimo campionato uruguaiano aveva fatto intravedere i colpi del talento. Quando sarà recuperato potrà certamente dare un contributo importante, grazie ai suoi centimetri e al suo spiccato senso del gol. IL PROSSIMO AVVERSARIO – Archiviata la sconfitta contro lAscoli, lattenzione si sposta sulla partita contro il Crotone. La squadra calabrese ha racimolato 10 punti frutto di 3 vittorie, 1 pareggio e 5 sconfitte, ma i rossoblù appena sette giorni fa hanno battuto la Juve Stabia in trasferta per 3-2 e pareggiato mercoledì 0-0 contro il Vicenza nel recupero della settima giornata e stanno quindi vivendo il momento migliore della loro stagione. La redazione di Mediagol.it ha intervistato in esclusiva il tecnico calabrese, Luigi Vrenna. “Ci sono parecchi giovani che possono fare bene nel campionato Primavera – ha detto lallenatore della Primavera del Crotone – e in prospettiva futura potrebbero esordire in prima squadra. Il nostro obiettivo, come settore giovanile, è quello di valorizzare questi ragazzi. Abbiamo delle individualità molto interessanti ma sarà solo il tempo a dire se è giusto proseguire su questa strada oppure no, a volte capita che esca fuori qualche lieta sorpresa, tutti hanno la possibilità di giocare, sicuramente ci sarà qualcuno che potrà dire la sua ritagliandosi il giusto spazio”. La classifica parla di un Palermo più in palla rispetto ai calabresi, per questo Vrenna non si fa illusioni e sa che non basterà il fattore campo a decidere la gara. “Mi aspetto un Palermo che verrà qui a fare la partita – ha detto a Mediagol.it -, anche perché noi veniamo da un recupero infrasettimanale e sicuramente ce la giocheremo ad armi pari. Mi aspetto una bella partita tra due squadre che esprimono un buon calcio. Sul piano del gioco stiamo facendo molto bene, forse ci penalizza un po di inesperienza avendo tanti giovanissimi classe 95 in squadra e, fino a poco tempo fa, anche qualche classe 96 , ma a livello di gioco ci stiamo esprimendo bene e la Società, al di là dei risultati, punta molto sulla qualità e sulla valorizzazione dei ragazzi. Il futuro sono i giovani e sono soltanto loro che possono alzare il livello del calcio italiano”. LAPPUNTAMENTO – Calcio dinizio alle ore 14.30 al “Campo SantAntonio” di Isola Capo Rizzuto in provincia di Crotone. Mediagol.it seguirà la sfida con aggiornamenti in tempo reale, dichiarazioni dei protagonisti nel post gara e tutte le curiosità della gara dellundicesima giornata del girone C del campionato Primavera Tim.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy