PRESS ROOM ROSANERO PIOLI SUONA LA CARICA: “TEST CON FENERBAHCE IMPORTANTE PER NOVARA”

PRESS ROOM ROSANERO PIOLI SUONA LA CARICA: “TEST CON FENERBAHCE IMPORTANTE PER NOVARA”

Dopo le ultime parole rilasciate al termine della gara giocata a Trapani, Stefano Pioli è tornato a parlare alla vigilia dell’amichevole estiva col Fenerbache. Toni pacati, ma solita.

Commenta per primo!

Dopo le ultime parole rilasciate al termine della gara giocata a Trapani, Stefano Pioli è tornato a parlare alla vigilia dell’amichevole estiva col Fenerbache. Toni pacati, ma solita schiettezza e sincerità per il tecnico emiliano, che ha affrontato anche il tema mercato. di Alessandro Castellese A sette giorni dall’inizio della stagione di A, il tecnico rosanero ha parlato del suo gruppo come di una squadra che, come è ovvio che sia, deve ancora crescere e migliorare. Punti salienti del processo di crescita: la fase difensiva e il recupero della totale serenità mentale. “Dobbiamo essere più solidi quando non abbiamo il pallone. Pensavo che fossimo più avanti da questo punto di vista. Questo gruppo è più portato alla costruzione del gioco, ma nel calcio devi saper fare bene entrambe le fasi. Per fare un buon campionato, però, dobbiamo stare attenti e subire qualche gol in meno rispetto al passato”. Le difficoltà legate al punto di vista mentale, invece, vengono analizzate anche in relazione alle partenze, una in particolare: “Pastore è un giocatore di talento e importantissimo, ma su questo avvio di stagione hanno influito più le scorie dello scorso campionato, pesantissimo fisicamente e mentalmente. Certo Pastore era un giocatore su cui ti potevi appoggiare con una certa facilità, però la squadra secondo me si è presentata al cospetto della nuova stagione con le scorie, mentali e fisiche, di quella passata”. Due punti caldi, quindi, sui quali ci sarà ancora da lavorare. La testa probabilmente è già proiettata al match di Novara, ma un esordio positivo in campionato passa anche dall’amichevole che i rosa giocheranno domani sera con il Fenerbahce. E dopo la prova positiva della difesa “titolare” a Trapani, c’è molta curiosità soprattutto su come il tecnico rosanero deciderà di schierare i suoi. “La squadra che scenderà in campo dall’inizio sarà quella che, al momento, ritengo più affidabile. Anche se non è scontato che sia la stessa che giocherà a Novara. Partirò con la difesa a 4, pur precisando che la difesa a tre non è stata accantonata. La tirerò fuori al momento giusto – aggiunge – ma limportante sarà vincere e fare risultato”. E proprio in relazione al pacchetto difensivo, il match di domani sarà l’occasione per vedere all’opera, dopo il fastidioso infortunio rimediato a Malles, Mauro Cetto. “Cetto mi piace molto, ha personalità ed è affidabile, sono contento di ritrovarlo domani. Di sicuro farà almeno uno spezzone, sono curioso di vederlo giocare insieme a Silvestre. Devono anche conoscersi meglio. La costruzione di una squadra non dipende solo dall’allenatore, ma anche da come i giocatori si conoscono reciprocamente”. Piccolo, ma significativo, spazio anche per il mercato. Poche variazioni e poche novità, ma i temi caldi rimangono sempre due: portiere e regista. In particolare il tecnico rosa dimostra di sentire molto di più largomento “estremo difensore”. “Il portiere è importantissimo, inutile negarlo, prima arriva meglio è, però il mercato dura troppo e complica le situazoni a tutti, a tutte le società. Cerchiamo un portiere forte perché è chiaro che stiamo cercando un titolare. Spero di averlo al più presto”. Sul fronte centrocampo, invece, Pioli aggiunge: “Io sto facendo le mie valutazioni tecniche che riferisco con continuità al direttore sportivo e al presidente. Vedremo, ma non dipende solo da noi. Abbiamo dimostrato, comunque, di poter avere una manovra fluida anche senza un regista puro. Fate dei discorsi che si attorcigliano e vanno in senso contrario…”. Dopo le risposte fornite dal match di Trapani, sia positive che negative, il Palermo affronta l’avversario più ostico di questa preparazione estiva. I turchi, allontanato l’incubo della retrocessione per lo scandalo scommesse, hanno mantenuto tutti i pezzi migliori e quella di domani sarà quindi una sfida fondamentale per capire a che punto sono davvero i rosa. Un concetto importante emerso, più o meno direttamente, dalle parole rilasciate da Pioli in sala stampa. Una conferenza dal sapore molto simile a quelle del campionato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy