Osvaldo, nuova vita da Rockstar: l’ex attaccante si esibisce a Buenos Aires con la sua band

Osvaldo, nuova vita da Rockstar: l’ex attaccante si esibisce a Buenos Aires con la sua band

L’ex attaccante di Roma, Juventus e Inter adesso fa il musicista.

Commenta per primo!

Scarpette appese al chiodo e microfono in mano. Per Pablo Daniel Osvaldo è iniziata una seconda vita, ma questa volta con un palco a fare da sfondo. Dal calcio alla musica, dalle rovesciate alla chitarra, la sua più grande passione.

Eppure negli ultimi giorni di calciomercato si era aperta la possibilità di rivederlo in Serie A, più precisamente al Chievo Verona. Ma la scelta dell’ex attaccante italo-argentino ha sorpreso veramente tutti. Osvaldo ha deciso che era il momento di iniziare una nuova carriera, questa volta da musicista, così, insieme alla sua band l’ex tra le altre di Juventus e Roma, si diverte a fare la Rockstar tra la Spagna e l’Argentina. Secondo quanto si legge sul quotidiano ‘Olè’, Osvaldo è riuscito a coronare il suo sogno, ovvero esibirsi a Buenos Aires con la sua band, ‘Barro Viejo Blues‘, davanti a 400 persone.

CARRIERA: E’ l’Atalanta che si accorge di Osvaldo e lo porta in Italia nel gennaio 2006. Poi Lecce e Fiorentina, dove arriva l’esplosione con gol pesanti e spettacolari. Dopo la parentesi negativa di Bologna, si rilancia all’Espanyol al punto che nel 2011 è Walter Sabatini a scommettere di lui portandolo alla Roma. Piedi educati quelli dell’italo-argentino ma testa caldo che non gli ha mai permesso di compiere il salto di qualità. Dopo il club capitolino approda in Inghilterra al Southampton ma prima la rissa alla fine della gara col Newcastle (tre turni di squalifica) e poi la lite in allenamento con un compagno di squadra, chiudono anzitempo la sua avventura inglese. In Italia gioca anche nella Juve per sei mesi, contribuendo allo scudetto, e successivamente vestirà anche la maglia nerazzurra dell’Inter. Nella stagione 2015/2016 passa prima al Porto a poi al Boca Juniors, dove sembra rinascere grazie alle 16 presenze e 7 gol, ma la lite con il tecnico Guillermo Barros Schelotto compromette la sua situazione e in seguito a questo episodio decide di dire addio al calcio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy