Milan-Real Madrid: scambio Pato-Benzema? Intanto la Juventus non trova lallenatore per la prossima stagione

Milan-Real Madrid: scambio Pato-Benzema? Intanto la Juventus non trova lallenatore per la prossima stagione

di Francesco Graffagnini Calciomercato in fermento per alcune squadre (vedi Milan e Fiorentina), mentre per altre si aspettano i verdetti di questo campionato per decidere le future strategie. .

Commenta per primo!

di Francesco Graffagnini Calciomercato in fermento per alcune squadre (vedi Milan e Fiorentina), mentre per altre si aspettano i verdetti di questo campionato per decidere le future strategie. Cominciamo proprio dal Milan e dalla notizia che più ha fatto sobbalzare sulla sedia i tifosi rossoneri, ovvero il possibile scambio che vedrebbe Pato al Real Madrid e Benzema a milanello. Lo scambio, che può apparire da fantacalcio, probabilmente non si farà, ma non è così fantasioso come potrebbe sembrare. In fondo Benzema, che al Real Madrid è chiuso da Higuain, ha 22 anni ed è uno dei più grandi talenti europei. Arrivato la scorsa estate in Spagna, non è riuscito a ritagliarsi il giusto spazio e potrebbe anche decidere di andarsene. Al Milan cercano un centravanti per sostituire o affiancare Borriello, e Benzema sarebbe l’uomo ideale. Di contro, Pato potrebbe decidere di cambiare aria visto le deludenti stagioni dei rossoneri. Sul giocatore c’è da tempo il Chelsea, con Carlo Ancelotti che farebbe follie per averlo. Gli inglesi offrirebbero moneta sonante (si parla di circa 57 milioni di euro, spicciolo più, spicciolo meno), ma il Real Madrid potrebbe giocarsi la carta Benzema per arrivare al “Papero”, magari con un ulteriore conguaglio economico. Soldi che permetterebbero al Milan di poter procedere con una campagna acquisti che, fino ad ora, ha visto la ricerca di giocatori in scadenza di contratto. Si è partiti con Yepes del Chievo, che arriva a parametro zero. Un altro giocatore in scadenza, stavolta in attacco, è il brasiliano, naturalizzato tedesco, dello Stoccarda Claudemir Barreto, detto Cacau. L’attaccante, che gioca soprattutto sugli esterni, potrebbe essere una valida alternativa a Pato e Ronaldinho sia per far rifiatare i giocatori durante la stagione, sia nel caso di partenza di uno dei due rossoneri. 29 anni, 11 gol in 29 partite, a Cacau sarebbe stato offerto un triennale da 2,7 milioni a stagione (contro i 2 che sono stati offerti dallo Stoccarda per il rinnovo). La trattativa sembra vicina alla conclusione. Altro parametro zero cercato dal Milan è il centrocampista del Le Mans Goulon, definito, in patria, il nuovo Vieira. Sul fronte degli acquisti ben più onerosi, da registrare l’interesse, mai scemato, per il difensore del Manchester United Vidic (29 anni). Il costo del forte centrale si aggira sui 23 milioni di euro. In alternativa il Milan potrebbe entrare nella corsa per il rosanero Kjaer. Restano obiettivi concreti per i rossoneri il 24enne regista del San Paolo Hernanes (ma sul giocatore c’è la concorrenza di mezza Europa) e il fantasista del Lione Ederson. Passiamo all’Inter e a un’altra notizia che è rimbalzata su tutti i giornali, ovvero lo scambio, con il Liverpool, tra Balotelli e Gerrard. Anche in questo caso siamo ai limiti del fantacalcio, ma l’operazione avrebbe comunque senso. Se Balotelli dovesse decidere di andarsene i nerazzurri dovrebbero trarre maggior beneficio possibile dalla cessione del giovane e promettente attaccante. Lo scambio con Gerrard, quindi, andrebbe a colmare una di quelle lacune che sono state lamentate da Mourinho, ovvero la mancanza di una valida alternativa a centrocampo. Sulle qualità di Gerrard nessuno può discutere, il giocatore in caso di cambio del tecnico a Liverpooi potrebbe anche decidere di andarsene, ma rimane comunque il dubbio sull’età del nazionale inglese, 30 anni a maggio, ben 10 ani in più di Balotelli… insomma, non uno scambio azzeccato, almeno dal punto di vista dell’anagrafe, mentre dal punto di vista tecnico non ci sarebbe nulla da eccepire. Certo, l’Inter in questo caso dovrebbe giocoforza cercare un’altra buona punta. Ogni decisione, comunque, verrà rimandata a fine stagione, quando si saprà se Mourinho resterà ancora all’Inter e se Balotelli riuscirà ancora a convivere con il tecnico portoghese. A proposito di allenatori, sembra sempre più incredibile la situazione della Juventus, che non riesce a trovare un tecnico per la prossima stagione. Dapprima i bianconeri hanno dovuto incassare il no di Cesare Prandelli, allenatore sul quale aveva fortemente puntato la dirigenza juventina, che resterà a Firenze anche il prossimo anno. Poi, in rapida successione, sono arrivati i no di Laurent Blanc, tecnico del Bordeaux, che potrebbe essere il nuovo ct della nazionale francese dopo Domenech o, in alternativa, preferirebbe aspettare gli sviluppi sulla panchina interista, Roberto Mancini, che sta portando il Manchester City in Champions League e vorrebe continuare l’esperienza inglese, e Luciano Spalletti, che non vuole chiudere anzitempo al sua esperienza in Russia sulla panchina dello Zenit San Pietroburgo. Anche la pista che porta a Rafael Benitez è irta di ostacoli, sia per il costo che avrebbe l’operazione per portare l’attuale allenatore del Liverpool in bianconero (si parla di circa 25 milioni tra contratto e collaboratori a seguito), sia per le garanzie tecniche richieste dallo spagnolo (che vorrebbe portare con se Torres e Mascherano, due giocatori che richiedono uno sforzo economico impossibile per le casse della Juventus). Rimangono, così, solo due alternative per la panchina juventina, ovvero il tecnico del Genoa Giampiero Gasperini e quello del Cagliari Massimiliano Allegri. L’incertezza sul nome del futuro allenatore influenza anche il mercato. Da punto di vista degli acquisti i bianconeri si sono rifatti sotto per il bomber dello Shalke 04, in scadenza di contratto, Kevin Kurany, 28 anni e 18 gol fin qui in stagione. Per lui sarebbe pronto un quadriennale da 4 milioni di euro a stagione. Dalla Germania rimbalza anche la voce di un interessamento dei bianconeri per il laziale Zarate, seguito dal Bayern Monaco. La Juventus, secondo fonti tedesche, offrirebbe 17 milioni più De Ceglie e Ariaudo. Ma la Juventus è ben più attiva sul fronte cessioni. Si parla di un interessamento del Corinthians per Trezeguet, dove il francese troverebbe Ronaldo e Roberto Carlos. Si cerca una sistemazione per Poulsen, ma il giocatore non ha molto mercato attualmente. Fa più gola Giovinco, gioiello inespresso della rosa bianconera, sempre relegato in panchina. In partenza anche Camoranesi e Zebina. Attivissima sul mercato la Fiorentina. Se dovesse partire Vargas (sul giocatore Juventus e Real Madrid) i viola andrebbero all’assalto per Simone Pepe, con un’offerta all’Udinese di poco più di 5 milioni. Si cerca anche un attaccante da affiancare a Gilardino. Gli obiettivi sono Floccari (la Fiorentina proverebbe a prendere il giocatore nel caso in cui la Lazio non riuscisse ad avere i 9,5 milioni di euro necessari per riscattarlo dal Genoa), Acquafresca e Matri (ma Cellino chiede ben 13 milioni per la punta). Per il centrocampo si punta al giovane svizzero del Basilea Valentin Stocker (20 anni) e al catanese Llama. In difesa, oltre all’arrivo di Munoz, si cerca di rinnovare il contratto a Kroldrup ma ancora le due parti non hanno raggiunto l’intesa. Si cerca anche un terzino sinistro tra De Ceglie e Kolarov. Da Catania potrebbe arrivare anche l’argentino Martinez, soprattutto nel caso in cui Mutu non dovesse più continuare la sua avventura in viola. La Roma, sempre alle prese con l’Inter per il riscatto di Bourdisso, cerca rinforzi sugli esterni. Sotto osservazione Eboue dell’Arsenal e l’algerino Belhadj del Portsmouth (che arriverebbe a parametro zero nel caso di fallimento della società inglese). Intanto sono stati raggiunti gli accordi per i prolungamenti dei contratti di Taddei e Julio Sergio. I giallorossi, però, devono stare attenti a non perdere Vucinic, inseguito dal Manchester City che avrebbe offerto una cifra di circa 27 milioni di euro. Il City, tra l’altro, starebbe pensando anche al difensore del Bari Bonucci. Il Napoli è alla ricerca di una punta. Nome nuovo per l’attacco partenopeo è quello di Fred, ex centravanti del Lione, ora in forza al Fluminense. Costo dell’operazione è di circa 8 milioni di euro. Il Napoli pensa anche all’attaccante della Cittadella, ma di proprietà della Triestina, Matteo Ardemagni. Intanto Contini, attualmente in prestito al Saragozza, potrebbe restare in Spagna per 2,5 milioni di euro. Il portiere dell’Udinese Handanovic è richiesto da diversi club europei, Bayern Monaco in primis. I friulani stanno pensando al portiere belga Simon Mignolet, in forza al Saint Truiden, come possibile sostituto dello slavo. L’attaccante dell’Ancona Mastronunzio è seguito dall’Atalanta e dal Livorno, ma potrebbe rientrare anche nei piani del Torino in caso di una promozione in serie A. La rubrica di Mediagol sul calciomercato torna la prossima settimana. Se avete domande, curiosità o volete semplicemente sapere qualcosa di più su un singolo calciatore o una squadra, potete scrivere nei commenti sotto l’articolo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy