MARINO: “Perinetti in pole ma non escludo Moggi”

MARINO: “Perinetti in pole ma non escludo Moggi”

L’indiscrezione lanciata dalla redazione sportiva di Mediaset su un ipotetico futuro rosanero del binomio Moggi-Lippi ha destato un certo clamore e non poca curiosità tra il pubblico e.

Commenta per primo!

L’indiscrezione lanciata dalla redazione sportiva di Mediaset su un ipotetico futuro rosanero del binomio Moggi-Lippi ha destato un certo clamore e non poca curiosità tra il pubblico e gli addetti ai lavori. Nel corso dell’intervista rilasciata ai microfoni di Mediagol.it, l’ex direttore generale del Napoli Pierpaolo Marino ha cosi commentato la consistenza dell’indiscrezione. “Moggi al Palermo? Precisiamo che la notizia è stata lanciata dal servizio di un ottimo giornalista Mediaset, Paolo Bargiggia, che io ho soltanto commentato. Nel calcio ci sta tutto e il contrario di tutto, certo è che se Moggi dovesse essere riabilitato dal processo penale in corso a Napoli come sembra e la Juventus con le parole di stima di Andrea Agnelli lo ha già riabilitato, lui ha tutto il diritto avendo scontato la squalifica in quanto uomo e professionista di proporsi e rientrare. Poi sarà il mercato a dire chi lo vuole e se deve rientrare, io penso che qualcuno lo prenderà, ora non so dire se sarà il Palermo o qualcun’altro ma da ciò che mi risulta credo che comunque Giorgio Perinetti sia il candidato più autorevole per raccogliere l’eredità di Walter Sabatini in Sicilia – ha rivelato Marino – Perinetti è un dirigente bravo e competente, Zamparini farà la sua scelta a stagione conclusa ed a quel punto lì sono aperte tutte le ipotesi. È chiaro che ognuno cerca di anticipare la notizia, intuire da qualche elemento come è stato quello di vedere Lippi a San Siro per Milan-Palermo. A volte certe indiscrezioni giornalistiche non si concretizzano ma altre vengono anticipate mesi prima e poi accadono realmente quindi non mi sento di escludere niente”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy