LA LUNGA NOTTE DI HERNANDEZ Resoconto dell’incontro Palermo-agenti

LA LUNGA NOTTE DI HERNANDEZ Resoconto dell’incontro Palermo-agenti

dagli inviati Anselmo, Graffagni, Di Salvo, Tripi (La Repubblica) MILANO – La lunga notte dell’affare Hernandez ha avuto il suo prologo già a partire dalla mattina di ieri, quando.

Commenta per primo!

dagli inviati Anselmo, Graffagni, Di Salvo, Tripi (La Repubblica) MILANO – La lunga notte dell’affare Hernandez ha avuto il suo prologo già a partire dalla mattina di ieri, quando tutti gli organi di stampa rilanciavano la ripresa delle trattative fra il Palermo e gli agenti del giocatore, al termine della gara di campionato fra Palermo e Genoa. Noi di Mediagol.it anticipavamo tutti, riassumendo che lincontro sarebbe servito a definire gli ultimi particolari del contratto. Lintesa economica con il Penarol, infatti, sarebbe stata trovata con un offerta di 4,5 milioni di euro da parte dei rosanero, ma restava ancora da definire la clausola sulla eventuale prossima cessione del giocatore. In pratica mancava ancora laccordo circa la percentuale da riconoscere alla società uruguaiana qualora in futuro Hernandez fosse stato ceduto dal Palermo. Una curiosità: il ritardo nella chiusura della trattativa sarebbe stato causato da un problema di incomprensioni tra Palermo e Penarol. I rosanero avevano inviato il contratto in lingua italiana, mentre i sudamericani lo pretendevano in lingua spagnola. Alla fine laccordo è stato trovato anche su questo punto: il Palermo ha inviato il contratto in lingua inglese. CORRIERE E GAZZETTA Intanto sui giornali della domenica, impazzavano le voci riguardanti le dinamiche dell’affare Hernandez. Sul Corriere dello Sport di ieri si leggeva: “Il Palermo ha rimesso in piedi loperazione Abel Hernandez (18). Dopo lintromissione dellAtletico Madrid, che aveva offerto circa 6 milioni di euro, Zamparini e il suo direttore sportivo Sabatini non sono rimasti con le mani in mano. Ieri sera la situazione si era nuovamente ribaltata: il Palermo prenderà Abel Hernandez pagando poco meno di 4 milioni di euro e lasciando al Penarol una percentuale piuttosto alta sulla futura vendita del giocatore, uno scenario che il club uruguaiano preferisce rispetto allincasso immediato di 6 milioni. Fra stasera e domani saranno messi a posto i dettagli della trattativa”. La Gazzetta dello Sport sull’argomento scriveva: “Meno di 48 ore alla fine del mercato e tanti nodi da sciogliere. Uno però, forse già oggi, troverà la soluzione. Già, dopo l’incontro di ieri a Milano è ormai questione di dettagli per il passaggio al Palermo del talento Abel Hernandez, 20 anni: al Penarol Montevideo andranno quasi 3,7 milioni e, comunque, nel caso di successiva cessione, alla società uruguaiana sarà riconosciuta una percentuale del 40%. Attualmente Hernandez è impegnato in Venezuela nel Sudamericano Under 20: dovrebbe arrivare a Palermo il 10 o 11 febbraio”. LA LUNGA NOTTE DI SABATINI e Co. Fin qui le notizie che preparavano all’incontro decisivo per definire la trattativa. Nella tarda serata di ieri iniziava il nostro resoconto in diretta sulle fasi dell’atteso incontro. Alle 21.12 il direttore sportivo rosanero Walter Sabatini rientra a Milano, dopo aver seguito il resto del gruppo impegnato nella trasferta di Genova. Si prepara l’incontro allHotel Ata Executive con i procuratori Vincenzo DIppolito e Pablo Betancourt, per discutere del possibile trasferimento in maglia rosanero dellattaccante del Penarol Abel Hernandez. Poi alle 22.16 un cambio programma: lincontro tra il Palermo e lentourage di Abel Hernandez, inizialmente previsto presso lHotel Ata Executive di Milano, ha luogo presso lHotel Hilton. Sia Sabatini, accompagnato dal suo collaboratore Pasquale Sensibile, che i procuratori dellattaccante uruguaiano Abel Hernandez, Vincenzo DIppolito e Pablo Betancourt, cenano presso la nota struttura alberghiera di Milano, assistendo tra laltro, a Lazio-Milan. Le parti si incontreranno al termine del posticipo serale. Alle 22.46 l’imminente incontro per chiudere l’affare Hernandez si correda di nuovi protagonisti di parte rosanero: sono giunti all’Hotel Hilton anche il segretario generale Roberto Felicori, laltro assistente del ds Sabatini, Luca Cattani, e lamministratore delegato del Palermo Rinaldo Sagramola. I due gruppi, quello dei dirigenti rosa e quello dei procuratori d’Hernandez, alla spicciolata salgono nelle proprie camere: è il momento cruciale della notte. Chiusi in una camera dell’Hilton, alle 23.31 lentourage rosanero e i due procuratori di Abel Hernandez Vincenzo DIppolito e Pablo Betancourt iniziano la loro contrattazione. All’01.03 i dirigenti del Palermo escono dallHilton senza rilasciare dichiarazioni: la riunione con i procuratori di Hernandez è durata circa un’ora e mezza. Walter Sabatini, Pasquale Sensibile e Luca Cattani sono andati via in auto. EPILOGO ? L’esito della trattativa, in una delle stanze dell’Hotel Hilton di Milano, sembra fornirla intorno alle 2 di notte l’agenzia di stampa AnsaLatina.com: il Palermo avrebbe acquistato dal Penarol per 3 milioni e 700 mila euro lattaccante Abel Hernandez, destinato a formare con il suo connazionale Edinson Cavani la coppia di attaccanti del club siciliano (si attende solo lannuncio ufficiale).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy