IL PRE-PARTITA DI MEDIAGOL Tutto su Palermo-Roma Curiosità, statistiche e tanto altro…

IL PRE-PARTITA DI MEDIAGOL Tutto su Palermo-Roma Curiosità, statistiche e tanto altro…

Di Francesco Caruana Nell’ottava giornata di ritorno di campionato, va in scena al “Renzo Barbera” una sfida affascinante e di primo livello, che vede il Palermo contrapposto a una delle big.

Commenta per primo!

Di Francesco Caruana Nell’ottava giornata di ritorno di campionato, va in scena al “Renzo Barbera” una sfida affascinante e di primo livello, che vede il Palermo contrapposto a una delle big del campionato, la Roma, che ha recentemente intrapreso un progetto innovativo basato sulle idee blaugrana del tecnico asturiano Luis Enrique, alla sua prima esperienza su una panchina importante dopo i tre anni alla guida del Barcellona B. LA CLASSIFICA Partiti con ambizioni diverse, Palermo e Roma si trovano nella stessa zona di classifica, al di sotto dei piazzamenti che valgono l’Europa. I giallorossi hanno conquistato 38 punti, frutto di 11 vittorie, 5 pareggi e 10 sconfitte, e sono settimi in classifica, mentre i rosanero sono a quota 34 punti per effetto di 10 vittorie, 4 pareggi e 12 sconfitte e, dopo i recuperi delle partite rinviate per neve, sono stati scavalcati dai cugini del Catania e occupano il nono posto. Fino a qualche settimana fa, entrambi i club sognavano un posto in zona Europa League, ma le ultime partite hanno dato una brusca frenata ai sogni di gloria della Roma (il quinto posto, occupato dal Napoli, dista 8 punti) e soprattutto del Palermo. GLI ULTIMI RISULTATI Entrambe le squadre stanno attraversando un periodo nerissimo: premesso che la discontinuità è uno degli elementi in comune tra le due compagini, nelle ultime due uscite Palermo (contro Siena e Milan) e Roma (contro Atalanta e Lazio) hanno collezionato la miseria di 0 punti, subendo in totale 14 gol contro i soli 3 segnati (da Budan per i rosa contro il Siena e da Borini contro gli orobici e nel derby). Tanta dunque la voglia da entrambe le parti di cercare di invertire la rotta al più presto, magari già dalla sfida del “Barbera”. INFORTUNI E SQUALIFICHE Assenze eccellenti in entrambi gli schieramenti. Se Bortolo Mutti deve rinunciare per infortunio a due pilastri del calibro di Silvestre e Migliaccio, oltre al lungodegente Bacinovic, in casa Roma gli indisponibili sono ben sette: Luis Enrique al “Barbera” non potrà contare sugli squalificati Stekelenburg, Cassetti e Osvaldo (la Disciplinare ha respinto il ricorso della società contro la seconda giornata di stop inflitta all’attaccante dopo l’espulsione nel match contro l’Atalanta) e sugli infortunati Burdisso, Juan, Pjanic e Taddei. Nella lista dei convocati giallorossi trovano dunque spazio anche i Primavera Pigliacelli, Piscitella, Ricci e Tallo. LE PAROLE DEI TECNICI Nonostante gli ultimi risultati negativi e i problemi di formazione, entrambi gli allenatori hanno predicato ottimismo. Bortolo Mutti ha chiesto ai suoi di non ripetere gli errori banali che sono costati carissimi contro Siena e Milan e ha difeso a spada tratta Josip Ilicic, sempre più criticato dai tifosi rosanero. “Tutti i ragazzi hanno momenti positivi e negativi, ci sono attimi del campionato in cui non si riesce ad essere il giocatore che tutti vogliono, ma se si mantiene la giusta tranquillità si supera tutto”. In casa Roma il tecnico Luis Enrique ha invece difeso la sua posizione, che appare poco salda nonostante le continue rassicurazioni dei vertici giallorossi. “Continuo a lavorare con la squadra, non ho intenzione di mollare. Possiamo arrivare lontano. Magari resto cinque anni qui. Il Palermo in casa ha dei numeri incredibili e un reparto offensivo di tutto rispetto. Sarà una partita difficilissima”. LA SFIDA NELLA SFIDA Palermo-Roma è ovviamente anche la sfida tra i due bomber, i due numeri 10, i due capitani e simboli: Fabrizio Miccoli e Francesco Totti. Entrambi hanno un ottimo score contro i prossimi avversari: la Roma è il secondo bersaglio preferito del “Romario del Salento”, che ha infilato i giallorossi per sette volte nel corso della sua carriera, 2 con la maglia del Perugia e 5 con quella del Palermo (l’ultimo gol nella vittoria per 3-1 dello scorso campionato al “Barbera”). Ancora meglio ha fatto Totti, che ha segnato ai rosanero ben 8 gol, l’ultimo nella scorsa stagione nella sconfitta all’Olimpico per 2-3. GLI EX Altra chiave di lettura di Palermo-Roma è certamente quella degli ex: se il rosanero Edgar Alvarez non ha lasciato grandi ricordi nella sua esperienza in giallorosso dal 2005 al 2008 (34 presenze e nessun gol) e non farà parte del match, essendo ormai ai margini dell’organico di Bortolo Mutti, nelle file della Roma tornano al “Barbera” tre personaggi importanti del passato recente del Palermo di Maurizio Zamparini: Simon Kjaer, Fabio Simplicio e Walter Sabatini. Il difensore danese nelle due stagioni in rosanero ha collezionato 65 presenze e 5 gol prima di essere ceduto al Wolfsburg per 13 milioni di euro, un’ottima plusvalenza per la società di Viale del Fante. Nessun guadagno invece dall’addio di Simplicio, che ha lasciato in lacrime la Sicilia dopo quattro anni in cui ha vestito la maglia rosanero per 145 volte (segnando 24 reti) e si è accasato alla Roma da svincolato dopo un lungo tira e molla per un rinnovo di contratto con il patron friulano che alla fine non è arrivato. Grandi ricordi ha lasciato anche il direttore sportivo Walter Sabatini, che nei due anni e mezzo in rosanero ha portato giocatori del calibro di Ilicic, Hernandez e soprattutto Pastore, venduto la scorsa estate al Paris Saint-Germain per la cifra record di 43 milioni di euro. Dopo le dimissioni da ds del Palermo presentate nel novembre 2010, Sabatini ha assunto il ruolo analogo nella nuova Roma dell’americano Thomas DiBenedetto, acquistando giovani prospetti quali Lamela e Bojan Krkic. I PRECEDENTI TRA LE DUE SQUADRE Palermo e Roma si sono affrontate in Serie A 47 volte, con un bilancio favorevole ai giallorossi: sono 23 le vittorie dei capitolini, contro le 13 dei rosanero e gli 11 pareggi. Più in equilibrio i precedenti al “Barbera”: in 23 match, in 9 occasioni ha prevalso il Palermo, in 7 la Roma e in altrettante è arrivato un pareggio. Da quando il Palermo è tornato in Serie A nel 2004, in casa ha battuto per tre volte i giallorossi, che invece si sono imposti per due volte; due anche i pareggi. L’ultima al “Barbera” risale al 28 novembre 2010, quando il Palermo di Delio Rossi si impose per 3-1 con i gol di Miccoli, Ilicic, Nocerino e la rete della bandiera di Totti al 90’.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy