Goteborg, Rogne: “Aleesami, mi manchi. Il Palermo non aveva bisogno di un centrale come me?!”

Goteborg, Rogne: “Aleesami, mi manchi. Il Palermo non aveva bisogno di un centrale come me?!”

Il difensore del Goteborg manda un messaggio al suo ex compagno, trasferitosi un mese fa al Palermo: “Facevamo tutto quanto assieme, poi a inizio agosto le nostre strade si sono divise”.

7 commenti

Un 4,5 che probabilmente non gli rende giustizia.

I pagellisti non hanno perdonato per nulla ad Haitam Aleesami il liscio di testa nel tentativo di chiudere Callejon che poi ha concluso in rete battendo l’incolpevole (solamente in questa circostanza) Posavec. Al netto dell’appena citato errore, una prestazione comunque sufficiente da parte del norvegese che ha raccolto il testimone di Achraf Lazaar: come il marocchino, anche il classe ’92 sembra essere più ferrato in fase di possesso piuttosto che quando la palla la detengono gli avversari.

Margini di crescita e predisposizione al sacrificio. Per Aleesami, il primo anno in Serie A potrebbe essere più “felice” del previsto. Intanto, in Svezia cominciano a sentire la sua assenza. “Sì, la lontananza la avvertiamo tutti – racconta Thomas Rogne, difensore del Goteborg -. E’ successo tutto così in fretta. Ogni giorno ero abituato a far colazione, allenarmi, pranzare e uscire la sera insieme a lui e alla sua fidanzata. Siamo molto amici e ci vedevamo tante volte fuori dal campo d’allenamento… i primi tempi condividevamo anche l’appartamento. Ora chiaramente devo abituarmi alla sua assenza”, confida Rogne che con Aleesami gioca anche nella Nazionale Norvegese. “Esatto, ma non è la stessa cosa. Un conto è condividere con lui un’avventura in un club, un altro è vedersi quelle poche volte in Nazionale. Comunque – precisa – sono contentissimo del fatto che abbia realizzato il suo sogno e sia andato a giocare in uno dei campionati di maggior livello in Europa. Alla fine ce lo aspettavamo anche che in questi mesi avrebbe lasciato il Goteborg”. A margine di un’intervista rilasciata a Fotbollskanalen, a Rogne viene posta una domanda tra il serio e il faceto: “Perché non lo raggiungo al Palermo? Beh… (ride, ndr) era un’ipotesi che potevo tenere in considerazione, ma il Palermo non mi ha mai cercato. Peraltro, mi sono informato con Aleesami e a quanto pare allo stato attuale i rosanero hanno a disposizione qualcosa come otto-nove difensori. Diciamo che non avrebbero bisogno di un centrale come me per ora”.

LEGGI ANCHE:

Palermo-Napoli, la domanda dei tifosi: “E se ci fosse stato Ballardini?”. Dite la vostra

CorSera: Zamparini ha il dovere di sistemare questo Palermo a gennaio, sperando che non sia già troppo tardi

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Anthony Bello - 3 mesi fa

    se accussi completamu a sittanta..tanto al Palermo campa cueghè

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Antonio Vitale - 3 mesi fa

    Magari qualche attaccante si

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. cicciogoal - 3 mesi fa

    Andrò contro corrente ma a me questo Aleesami sembra non appropriato per giocare in serie A. Non conosce la fase difensiva. Si fa sistematicamente scartare dall’avversario e non è tutto. Quando fa la fase offensiva sembra dotato di tecnica ma in realtà è solo fumo, sono più le volte che perde la palla intestardendosi con improbabili dribbling che quando al contrario la passa e quando decide di farlo rallenta tutto….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Salvatore Guercio - 3 mesi fa

    In effetti Palermo ha bisogno di un nuovo presidente e una nuova dirigenza valida.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Antonio Amuso - 3 mesi fa

    se sei di origine slavi e vieni gratis , ti viene a prendere zamparini!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Giuseppe Castelli - 3 mesi fa

    Direi di no…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Manlio Cassarà - 3 mesi fa

    Abbiamo già troppe ROGNE .

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy