Gallas rivelazione choc: “Nasri voleva spararmi con un taser”

Gallas rivelazione choc: “Nasri voleva spararmi con un taser”

L’ex difensore francese racconta un episodio avvenuto col suo ex compagno di squadra dell’Arsenal, attualmente nelle file del Siviglia, Samir Nasri.

Commenta per primo!

Un racconto quasi surreale, quello dell’ex difensore francese William Gallas. Che all’interno di uno spogliatoio non si vada molto d’accordo con certi compagni di squadra è cosa risaputa, ma ciò che è stato svelato dall’ex giocatore ha del clamoroso.

Ai microfoni di ‘RMC’, Gallas ha parlato del rapporto non idilliaco con Samir Nasri, attualmente tra le fila del Siviglia, ma con un passato anche lui nell’Arsenal. L’episodio risale al 2009 durante un raduno con la Nazionale francese: “Stavo pranzando in hotel con la mia famiglia alla vigilia di un ritiro con la Francia e quando lasciai l’albergo dopo pranzo mi si avvicinarono alcune persone che volevano parlare con me. Inizialmente dissi di no ma successivamente riconobbi tra di loro un ragazzo che era spesso in compagnia di Nasri al centro sportivo dell’Arsenal e, guarda caso, pochi giorni prima avevo avuto un battibecco proprio con Samir riguardo alcuni commenti che non mi erano piaciuti. Il ragazzo mi disse di seguirlo per chiarire con Nasri che si trovava in una macchina lì vicino, così decisi di seguirlo ma fortunatamente mi fermò mio cugino che fa il poliziotto ed era a pranzo lì con me – ha dichiarato -. Prima di andarmene vidi con la coda dell’occhio una persona accovacciata con un sacchetto che all’interno conteneva una pistola taser e ancora oggi mi chiedo cosa sarebbe potuto succedere se mio cugino non mi avesse fermato!”. Nessuna conferma o smentita ufficiale anche da parte di Nasri riguardo l’episodio ma in ogni caso, dopo certe dichiarazioni, ricucire un rapporto già incrinato potrebbe diventare davvero impossibile“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy