Curiosità: ritornano i New York Cosmos, con un Ds…

Curiosità: ritornano i New York Cosmos, con un Ds…

Molti sportivi ricorderanno questo nome familiare ai più ma sconosciuto a molti. Non hanno mai vinto in campo internazionale, ma hanno avuto grandissimi campioni che hanno indossato quella.

Commenta per primo!

Molti sportivi ricorderanno questo nome familiare ai più ma sconosciuto a molti. Non hanno mai vinto in campo internazionale, ma hanno avuto grandissimi campioni che hanno indossato quella storica maglia bianca, loro erano semplicemnte i New York Cosmos, un club storico nel campionato calcistico statunitense. Fondato nel 1970 proprio nella grande Mela, i Cosmos erano la squadra di calcio per antonomasia, la più famosa nel panorama calcistico americano e la cui attività sportiva cessò nel 1985, anno in cui disputò il suo ultimo campionato. Negli anni ’80 la società mise insieme una squadra di campioni a fine carriera pagandoli una quantità smisurata di dollari. Nei Cosmos giocavano grandissimi campioni da Pelè a Franz Beckenbauer, Giorgio Chinaglia e Carlos Alberto, Johan Cruyff e Vladislav Bogie#263;evie#263;, Johan Neeskens e François Vander Elst. All’epoca il campionato di calcio statunitense – la NASL – assomigliava a quello che oggi è il campionato del Qatar o quello degli Emirati Arabi: un campionato con enormi fiumi di denaro e squadre composte per metà da calciatori dilettanti e per metà da ex giocatori pronti a chiudere in bellezza. L’esperimento si guadagnò molte attenzioni e curiosità, non fosse altro per la possibilità di veder giocare insieme tutti quei campioni, e i New York Cosmos vinsero per quattro volte il campionato professionistico americano. Solo che tutto il baraccone non poteva durare a lungo, e nonostante i grandi investimenti pubblicitari e dai proventi derivanti dal pubblico, questi non erano più sufficienti a garantire la sopravvivenza alla maggior parte delle squadre professionistiche. Nel 1984 la NASL chiuse i battenti per bancarotta, e con lei anche i New York Cosmos. Bisognerà attendere il 1993, con la nascita della Major League Soccer, alla vigilia dei mondiali di calcio americani del 1994, perchè gli Stati Uniti possano riorganizzare una lega professionistica di tutto rispetto. In tutti questi anni, però, il calcio a New York non è mai scomparso del tutto, ci sono stati e ci sono tuttora i New York Red Bulls, la squadra che una volta si chiamava Metrostars e che questa estate ha ingaggiato dal Barcellona l’attaccante francese Thierry Henry e il capitano della nazionale messicana Rafael Marquez, oggetto di mercato per qualche giorno anche del Palermo. Ora il progetto Cosmos riaccende i motori e per il 2013 la squadra di New York è pronta a calcare nuovamente i campi di calcio. La Major League è un campionato a sé, e non ci sono promozioni o retrocessioni, sul modello Nba. Lobiettivo è quello di far ripartire il circus mediatico e così la dirigenza ha già deciso un nome nuovo per far partire il progetto, si tratta dellex campione francese, idolo del Manchester United Eric Cantona, che da tempo ha smesso i panni di calciatore per diventare attore, anche con buoni risultati, ma lex numero 7 sarebbe felice di vestire i panni di questo nuovo incarico e rispolverare il leggendario stemma della squadra yankees.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy