Curiosità: Bertolo a un passo dal Nacional, poi..

Curiosità: Bertolo a un passo dal Nacional, poi..

Il quotidiano uruguaiano “Ovacion” ha raccontato una storia successa qualche settimane fa e che vide protagonista lex rosa, Nicolás Bertolo, al centro di una diatriba tra la sua ex.

Commenta per primo!

Il quotidiano uruguaiano “Ovacion” ha raccontato una storia successa qualche settimane fa e che vide protagonista lex rosa, Nicolás Bertolo, al centro di una diatriba tra la sua ex società, i suoi procuratori e la dirigenza del Nacional, storica squadra uruguaiana che nella sua centenaria storia ha vinto anche 3 coppe Libertadores. La redazione di Mediagol.it vi riporta larticolo comparso sul quotidiano sportivo uruguagio. “Nicolás Bertolo è rimasto alla porta del Nacional. Però è rimasto lì, senza poter metter un piede dentro il club. Era vicino al passaggio allo storico club Vaceros ma per alcune incomprensioni non si è mai concluso nulla. La storia, raccontata a voce bassa dai dirigenti societari, cominciò qualche giorno prima che si riunisse il direttivo di Juan Ramón Carrasco per parlare delle priorità dellallenatore. Lì il nome di Bertolo fu offerto ai dirigenti che accettarono di buon grado la proposta. Tuttavia ai tempi, non si potè passare al secondo passaggio della trattativa per due motivi: uno per il diniego di JR allenatore del Nacional, e due perché i procuratori di Bertolo dissero che erano sorti dei problemi non meglio definiti per la quale era impossibile concretizzare il ritorno del calciatore (nel 2008 giocò 15 partite e 3 gol con la maglia blu del Nacional, ndr). La dirigenza allora, rispose che per chiudere la trattativa era disposta a metter sul piatto offerte di tutti i tipi, e in alcuni casi anche di nomi importanti. La risposta negativa di una parte della dirigenza guidata da Carrasco e la priorità a nomi già suggeriti alla dirigenza da fonti esterne chiusero la porta allex rosanero a favore di altri calciatori. Gli arrivi di Tabaré Viudez e Jonathan Charquero sono chiari esempi di ciò. Erano una sorta di piano B da parte della dirigenza nel caso non fosse arrivato Bertolo”. Così per una serie di incomprensioni e di difficoltà economiche da parte del club uruguaiano, Bertolo non è mai potuto rientrare nella squadra che due anni fa laveva lanciato nel grande calcio internazionale consacrandolo come uno dei giovani più interessanti del panorama calcistico argentino.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy