Crotone, Vrenna: “Salvezza? Dobbiamo agganciare l’Empoli, ci crediamo”

Crotone, Vrenna: “Salvezza? Dobbiamo agganciare l’Empoli, ci crediamo”

L’intervista al presidente del Crotone, Gianni Vrenna: “Siamo una squadra che ha cuore, organizzazione di gioco. La salvezza non è più una chimera”.

Commenta per primo!

“I rimpianti sono tanti, abbiamo lasciato dei punti per una serie di cose, inesperienza, qualche piccolo torto, ci abbiamo messo anche del nostro con dei cali di concentrazione. Ma la squadra è sempre stata viva, non ha mai sfigurato”.

Parola di Gianni Vrenna. Il presidente del Crotone, nel day-after la vittoria in campionato contro l’Inter di Stefano Pioli, è stato intervistato ai microfoni di ‘Radio Anch’io Lo Sport’. Un successo, quello maturato ieri fra le mura amiche dello Stadio Enzo Scida, che ha riaperto i giochi in ottica salvezza: sono tre, oggi, i punti di distacco fra i calabresi e l’Empoli, quartultima forza del campionato.

“Alla salvezza ci abbiamo sempre creduto, sin dall’inizio. Nicola ha detto che va in bici a Torino in caso di salvezza? Io sono meno sportivo ma se ci salviamo vado a piedi a Capo Colonna, sono comunque 12 chilometri – ha dichiarato Vrenna -. Ora siamo riusciti a fare due risultati importanti consecutivi e questo ci ha dato una bella boccata d’ossigeno, la salvezza non è più una chimera. Siamo a tre punti dall’Empoli con cui siamo in vantaggio negli scontri diretti, dobbiamo agganciarlo. Il nostro calendario è duro, ma bisogna crederci. Siamo una squadra che ha cuore, organizzazione di gioco. Appena insediato ho detto ai ragazzi: ‘State sereni e giocate a calcio, quello che viene ci prendiamo’. Ora ci attendono sette finali”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy