Cremonese, Giammarioli: “Momento nero Palermo? Serie B strana, me lo spiego così…”

Cremonese, Giammarioli: “Momento nero Palermo? Serie B strana, me lo spiego così…”

Le parole del direttore sportivo della Cremonese: “Il Palermo come tutte le squadre durante l’anno ha avuto una piccola pausa fisiologica…”

“Arriviamo alla partita con la serenità di sempre. Serenità che è stata da sempre la nostra forza, in particolare del mister e del suo staff”.

Parola di Stefano Giammarioli. Diversi sono stati i temi trattati dal direttore sportivo della Cremonese: dalla sfida contro il Bari, in programma questa sera, alle recenti prestazioni del Palermo di Bruno Tedino, reduce da due sconfitte consecutive maturate contro Empoli e Foggia.

“La Serie B è strana. Il Palermo come tutte le squadre durante l’anno ha avuto una piccola pausa fisiologica, è il campionato che ti costringe ad avere alti e bassi – ha dichiarato il dirigente del club lombardo -. Il Bari è una grande squadra. Sogliano ha costruito una rosa importantissima, la piazza è affascinante. E la partita sarà equilibrata, giocata in un’atmosfera che coinvolgerà tanta gente allo stadio. In tre punti ci sono dieci squadre. Dobbiamo fare un passo alla volta, alzare l’asticella vuol dire raggiungere i cinquanta punti il prima possibile. La serie B è strana e complicata, ci vuole poco ad entrare in un vortice”.

MERCATO – “La Cremonese di colpi ad effetto ne ha fatti talmente tanti in passato che la gente s’era stancata. Non devo presentare io Gomez, Paulinho e Croce: punteremo su di loro. Fare colpi ad effetto sarebbe anche facile vista la proprietà, ma vogliamo seguire un’idea precisa con degli obiettivi chiari. Denis? No. Alt. Un momento. I giocatori si bloccano solo con i contratti firmati. Con Denis c’erano stati dei colloqui telefonici, avevamo intavolato una trattativa soprattutto all’inizio per avere il giocatore a novembre. Il ragazzo però per problemi con il Lanús non si è potuto liberare. Poi si è fatto male Mokulu e la trattativa si è fermata. Ma non vedo niente di strano: le trattative nascono e finiscono in un modo o nell’altro. La Cremonese ha sempre lavorato con un ordine di idee precise e non prende in giro nessuno. E quando ci sono di mezzo i contratti ognuno tira acqua al proprio mulino”, ha concluso Giammarioli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy