Mediagol nelle scuole: parola ai giovani studenti rosanero (prima di Palermo-Milan)

Mediagol nelle scuole: parola ai giovani studenti rosanero (prima di Palermo-Milan)

Ecco il nostro viaggio settimanale negli istituti di Palermo. Oggi su Mediagol il liceo classico Umberto, il liceo classico “Garibaldi”, il liceo economico Don Bosco, il liceo classico “Meli” e il liceo scientifico “Galilei”.

Commenta per primo!

Dopo la sconfitta di Cagliari, sembra che per De Zerbi la sfida interna con il Milan possa essere l’ultima spiaggia. Se non arriverà una scossa nelle prossime gare, si rischia di finire nell’orlo del baratro. Aumenta la preoccupazione dei giovani tifosi rosanero già mostrata la scorsa settimana.

Marco Di Marzo
Marco Di Marzo

LICEO CLASSICO UMBERTO I – Credo che il cambio di allenatore ormai sia quasi scontato perché la vittoria contro il Milan è veramente difficile da raggiungere – ha commentato Marco Di Marzo, che frequenta il primo anno del Liceo Classico Umberto – Penso che la scelta di un ritorno di Ballardini sia la migliore data la sua conoscenza dell’ambiente e il lavoro che aveva fatto nella preparazione estiva. Per quanto riguarda la lotta salvezza, secondo me, non è, ancora, stabilito chi saranno le contendenti. Sicuramente in pole ci sono Palermo, Pescara, Crotone ed Empoli ma sono convinto che sia possibile che venga risucchiata qualche altra squadra. Infine, della partita di Cagliari, l’unico a cui va un mio giudizio positivo è Rispoli, che dà sempre tutto e combatte su ogni palla”.

Giuseppe Galioto
Giuseppe Galioto

LICEO CLASSICO GIUSEPPE GARIBALDI – Completamente opposta l’idea di Giuseppe Galioto, iscritto al Liceo Classico Garibaldi, riguardo al cambio di allenatore: “Ormai l’esonero del mister servirebbe a poco perché ritengo che non sia questo il problema. Purtroppo la nostra rosa è fortemente incompleta e quindi chiunque farebbe fatica ad allenarla. Sicuramente le squadre che, principalmente, concorreranno alla salvezza saranno quattro, cioè Empoli, Pescara, Crotone e Palermo. Per quanto concerne la partita di Cagliari, invece, boccio tutti. La squadra non è stata all’altezza della situazione, come sempre del resto. Unica nota positiva il solito Nestorovski che, in modo o nell’altro, la butta sempre dentro“.

Filippo Artioli
Filippo Artioli

LICEO ECONOMICO DON BOSCO RANCHIBILE – Abbastanza fiducioso, invece, Filippo Artioli, che studia al Liceo Economico Don Bosco Ranchibile: “Se non si farà risultato con il Milan potrebbe tornare Ballardini? Io credo che con i rossoneri si possano fare punti, basta crederci. Il gioco di De Zerbi mi piace molto ma bisogna dare tempo alla squadra per assimilare le sue idee. Penso che, se dovesse rimanere lui, le possibilità di salvarci saranno superiori perché, se cominciamo con il valzer degli allenatori, la squadra verrà destabilizzata e quel poco costruito finora verrà gettato a mare. Io dunque terrei De Zerbi ma, se dovesse essere esonerato, la mia prima scelta sarebbe Ballardini. Il campionato è composto da venti squadre e quindi il Palermo si giocherà la salvezza con tutte loro poiché con grinta, cuore e corsa possiamo giocarcela con chiunque. Sicuramente, della partita di lunedì sera, è d’obbligo salvare Nestorovski. Il mio giudizio è positivo anche su Posavec, nonostante i due gol incassati, e su Diamanti, che, quando è entrato, ha acceso la scintilla”.

Emilio Contino
Emilio Contino

LICEO CLASSICO GIOVANNI MELI – Ancora fiducia a De Zerbi da parte di Emilio Contino, studente al Liceo Classico Meli: “Di Ballardini ho avuto sempre una grande stima ed è un ottimo allenatore. Però io preferirei tenere De Zerbi… So che ha poca esperienza in Serie A ma ha un gioco che mi affascina e mi incanta. Se si continua su questa linea d’onda, la salvezza rimane un mini torneo a 4 tra Palermo, Empoli, Pescara e Crotone. Mi sembra difficile che altre squadre possano drasticamente calare e riaprire la lotta. Considerando, invece, la gara di Cagliari, mi ha deluso, in generale, la prestazione difensiva e, in particolare, quella di Aleesami. L’unica certezza rimane Nestorovski”.

Sergio Bisconti
Sergio Bisconti

LICEO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI – In conclusione Sergio Bisconti, appena diplomatosi al Liceo Scientifico Galilei, boccia De Zerbi ma non ha in mente un ritorno di Ballardini: “Ritengo che l’ex mister del Foggia non sia ancora adatto alla Serie A poiché continua a non rendersi conto del fatto che una squadra che deve salvarsi non può avere un gioco così spumeggiante, soprattutto considerando gli elementi che ha a disposizione. Io, personalmente, prenderei un allenatore di esperienza come Reja, abituato a questo genere di squadre. Penso che la lotta per non retrocedere sia diventata un qualcosa di concentrato solo su quattro squadre e, a meno che non ci sia un crollo generale di squadre più attrezzate, il Palermo dovrà lottare fino all’ultimo. Della partita di lunedì mi sento di salvare solo Cionek e Nestorovski”.

Francesco Gebbia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy