Cittadella, il presidente Gabrielli: “Non ho mai perso la fiducia, neanche quando eravamo sotto di due gol. Sentenza Palermo? Attendiamo…”

Cittadella, il presidente Gabrielli: “Non ho mai perso la fiducia, neanche quando eravamo sotto di due gol. Sentenza Palermo? Attendiamo…”

“Ci siamo concessi qualche cannolo siciliano in più, con i giocatori che, per una sera, hanno lasciato stare la dieta”

La festa.

La terza qualificazione consecutiva ai playoff del campionato di Serie B per il Cittadella è arrivata in maniera piuttosto rocambolesca. I granata al termine del primo tempo erano sotto per 2-0 allo stadio Renzo Barbera contro il Palermo, ma nella ripresa la squadra di Venturato grazie alle reti di Diaw e Adorni è riuscita a riacciuffare il pareggio. Intervistato da Il Mattino, il presidente della squadra veneta, Andrea Gabrielli ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Prima di partire abbiamo cenato nell’albergo in cui eravamo a Mondello: il clima era sereno in tutti i sensi, ben diverso da quello novembrino trovato al nostro rientro. Ci siamo concessi qualche cannolo siciliano in più, con i giocatori che, per una sera, hanno lasciato stare la dieta“.

Un traguardo che sembrava ad un certo punto diventato impossibile, con i festeggiamenti che sono immediatamente iniziati dopo il triplice fischio: “Un abbraccio con Marchetti e Venturato c’è stato. E comunque non ho mai perso la fiducia, neanche quando eravamo sotto di 2 gol e virtualmente fuori dalle prime otto, perché questa squadra ha mostrato in più occasioni di non mollare mai e di sapersi esaltare nelle difficoltà. Futuro? Il futuro sono questi playoff che mi auguro dureranno quanto più a lungo possibile e per i quali ci siamo qualificati senza dover dipendere da alcun verdetto della giustizia sportiva. Il turno preliminare ti fa sentire solo il profumo degli spareggi promozione, si entra sul serio nel vivo solo con le gare di andata e ritorno. E noi vogliamo dire la nostra“.

Il Cittadella al momento nei playoff dovrebbe incontrare il Pescara, ma in base alla sentenza del Tfn sul caso-Palermo potrebbe veder cambiare la sua avversaria: “Per quanto riguarda quello che sarà il verdetto del Tfn, dico solo che ripongo piena fiducia nella giustizia sportiva e credo che saprà arrivare a una sentenza in linea con quelli che sono i regolamenti. Per quanto concerne, invece, il prossimo avversario, non possiamo che attendere. Da un punto di vista tecnico non vedo grosse differenze fra l’una e l’altra, anche se è vero che in campionato con gli abruzzesi abbiamo vinto due volte su due, mentre con i liguri abbiamo perso. E, se è vero che non c’è due senza tre, mi verrebbe da sperare nel Pescara…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy