Sassuolo-Chievo Verona, lo sfogo di Di Carlo: “Non si può arbitrare così, lasciateci giocare”

Sassuolo-Chievo Verona, lo sfogo di Di Carlo: “Non si può arbitrare così, lasciateci giocare”

Le dichiarazioni del tecnico dei clivensi Domenico Di Carlo al termine di Sassuolo-Chievo Verona

Chievo Verona ancora ko: sonora sconfitta (4-0) nella trentesima giornata del campionato di Serie A contro il Sassuolo.

Serie A, Sassuolo-Chievo Verona 4-0: Demiral firma una doppietta, clivensi ancora ko. Il commento

Il tecnico dei clivensi Domenico Di Carlo, intervenuto ai microfoni di Sky Sport al termine del match del ‘Mapei’, si è sfogato contestando alcune delle decisioni del direttore di gara, in particolare l’annullamento del gol del pareggio che era stato messo a segno da Giaccherini per un fallo avvenuto ad inizio azione:
Bisogna capire che sul campo ci sono due squadre. Come facciamo a giocare alla pari con gli avversari se ogni volta veniamo penalizzati? Non si può arbitrare così, non parlo di Maggioni. Siamo ultimi, abbiamo delle difficoltà. Non esiste, noi dobbiamo giocarci la salvezza. Vai sotto 2-0 è normale che dopo 3-4 partite succede questo. Ti fanno perdere la testa, non sono giuste e corrette. Se fosse una partita non starei a dare alibi ai miei ragazzi. La squadra deve avere coraggio e determinazione. Ma un po’ di rispetto, non chiedo altro. Tre punizioni date al Sassuolo non ci sono. Poi è dura portarla fino al termine, le cose evidenti ci sono. O li guardiamo tutti, onestamente io sono un allenatore che rispetta tutti. Non ci sentiamo tutelati. Speriamo che i ragazzi non si demoralizzino. Così diventa impossibile. Gli errori li facciamo, però nell’arco della partita abbiamo costruito anche noi. Ci sono anche le cose positive, abbiamo dei buoni giovani. Dobbiamo mantenere la barra dritta, poi ci sono infortunati è normale quando sei ultimo. Lasciateci giocare anche a noi. Arriviamo dal Cagliari dove bisogna annullare due gol. Con il Milan non ne parliamo, cosa dobbiamo fare? Spero che qualcuno se ne renda conto, noi abbiamo le nostre colpe ma non fateci innervosire. A Bergamo in una partita importante non è successo niente, le altre partite non ce la giochiamo alla pari“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy