Chievo-Roma, Di Carlo: “Mi dispiace per i ragazzi, non dobbiamo guardare la classifica…”

Chievo-Roma, Di Carlo: “Mi dispiace per i ragazzi, non dobbiamo guardare la classifica…”

Il tecnico dei clivensi ha parlato al termine della gara contro i giallorossi

Sconfitta pesantissima per il Chievo.

In occasione della ventitreesima giornata di Serie Aclivensi hanno ospitato la Roma tra le mura dello stadio Bentegodi, alla ricerca di punti importanti per evitare la retrocessione in Serie B: i giallorossi si sono però imposti per 3 a 0 grazie ai gol Stephan El Shaarawy, Edin Dzeko ed Aleksandar Kolarov e hanno così conquistato nuovamente il quarto posto in classifica al pari della Lazio, in attesa del Milan e dell’Atalanta. La situazione dei gialloblù in classifica adesso è decisamente problematica, dal momento che si ritrovano a quattro punti di distanza dal Frosinone penultimo, che domani sarà impegnato nella complicata trasferta contro la Sampdoria.

Al termine della gara il tecnico del club veneto è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, rilasciando le seguenti dichiarazioni: “Sicuramente mi aspettavo una partita diversa, l’avevo preparata in un modo ma non puoi concedere quei primi due gol alla Roma. Mi dispiace per i ragazzi che ci mettono impegno, ci manca la vittoria ma dobbiamo stare sereni e prima o poi arriverà la partita della svolta. Ci abbiamo provato ma dopo lo 0-2, le occasioni che abbiamo creato non abbiamo concretizzato. Siamo poco cattivi in alcuni momenti della gara, dobbiamo essere bravi ad avere coraggio di riflettere e reagire. Non dobbiamo guardare la classifica, dobbiamo guardare noi stessi. I ragazzi ci hanno messo la voglia di riaprire la partita. Noi sappiamo che abbiamo bisogno della vittoria, singolarmente facciamo degli errori ma secondo me la squadra in settimana è attenta e concentrata. Noi dipendiamo da noi non dagli altri, le qualità ci sono e dobbiamo cercare soltanto di fare quella partita intensa e con un po’ di fortuna“.

Infine un commento sul nuovo acquisto, Lucas Piazon: “Arriva da un campionato diverso, l’ho messo dentro per dare un po’ di estro ma non è facile nemmeno per lui“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy