Tottenham, Pochettino: “Devastati dalla morte di Astori, lo avrei voluto al Southampton. Juventus? Se giochiamo come sappiamo…”

Tottenham, Pochettino: “Devastati dalla morte di Astori, lo avrei voluto al Southampton. Juventus? Se giochiamo come sappiamo…”

Le parole del tecnico degli ‘Spurs’ che, prima di analizzare la sfida Champions contro la Juve, ha voluto porgere le proprie condoglianze alla famiglia di Davide Astori

di Mediagol77, @Mediagol

Conferenza stampa della vigilia per Mauricio Pochettino.

Il tecnico del Tottenham, a meno di 24 ore dalla sfida di Champions contro la Juventus, ha analizzato la sfida di Wembley che potrebbe permettere ai suoi di raggiungere i quarti di finale della competizione.

“Prima di iniziare vorrei fare le condoglianze alla famiglia di Astori. Ho avuto la possibilità di incontrarlo tre anni fa, ci ho parlato quando ero al Southampton perché volevo portarlo nel club. Siamo devastati dalla notizia e prima di ascoltare le domande vorrei fare le condoglianze alla famiglia e agli amici di Davide. È stato come tornare ai giorni in cui morì Dani Jarque a Coverciano, è difficile parlare di calcio quando capitano queste cose ed è difficile trovare le parole. Abbiamo analizzato la partita d’andata e forse il primo gol era in fuorigioco, abbiamo concesso un rigore ma poi abbiamo avuto un po’ di fortuna. Abbiamo segnato prima dell’intervallo e loro hanno sbagliato un rigore. Ma ora la testa è a domani sera, non all’andata. Siamo migliorati tantissimo in questi anni. Abbiamo raggiunto una certa maturità e competitività e domani abbiamo una grande occasione. Il Tottenham ha giocatori coraggiosi che amano queste sfide, dobbiamo essere positivi: se giochiamo come sappiamo, la qualificazione è assolutamente alla portata. Passaggio ai quarti? Non abbiamo limiti, sono un sognatore. Ogni possibilità che hai devi sfruttarla provando a vincere. Sto vivendo il presente, sto facendo il meglio che posso, ma non mi metto mai degli obiettivi minimi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy