MUNOZ: “SONO TORNATO! SUL RINNOVO…”

MUNOZ: “SONO TORNATO! SUL RINNOVO…”

Era stato l’unico difensore del Palermo ad aver giocato entrambi i primi impegni stagionali del Palermo (la disfatta in Tim Cup contro il Modena e l’esordio in campionato contro la Sampdoria). Ma.

Commenta per primo!

Era stato l’unico difensore del Palermo ad aver giocato entrambi i primi impegni stagionali del Palermo (la disfatta in Tim Cup contro il Modena e l’esordio in campionato contro la Sampdoria). Ma alle idi di settembre si era dovuto arrendere ad un infortunio abbastanza fastidioso, lesione di secondo grado al bicipite femorale della coscia sinistra. Dopo aver saltato cinque partite, Ezequiel Munoz ritornerà a guidare la linea difensiva dei rosanero: domenica, nel match delicato contro il Cesena al Renzo Barbera, l’argentino partirà dal primo minuto.

Infortunio alle spalle. “A nessun giocatore piace essere infortunato, ma è un problema che ci stiamo mettendo alle spalle io e i fisioterapisti. Grazie a Dio sto tornando in campo e sono molto felice. Se sono pronto a giocare dall’inizio? Io mi devo fare trovare sempre pronto. Potrò avere un po’ di difficoltà a causa di questa lesione che ho avuto al bicipite femorale, ma la forza di volontà non mi manca – ha avvertito Munoz ai microfoni del sito ufficiale rosanero -. Contro il Cesena sarò a disposizione del mister Iachini”.

Manca cattiveria. “Cosa è mancato al Palermo nelle ultime due partite? Beh, per il match contro la Lazio non posso dare un giudizio, penso che la squadra abbia fatto una bella partita. Poi negli ultimi venti minuti ha mollato un po’: è mancata un po’ di cattiveria. Io penso sia stato tutto un problema mentale. Dobbiamo insistere tutti su questo aspetto e sapere che ancora il campionato è ancora lungo. Dobbiamo andare avanti”.

Vazquez-Dybala-Belotti. “È il tridente che ci aiuterà a ottenere la salvezza. Loro stanno facendo bene, sono il valore aggiunto di questa squadra. Al di là delle individualità, il Palermo deve essere un gruppo coeso, l’aiuto deve provenire da tutta la squadra. Tutti dobbiamo dare il nostro contributo, non solo loro tre. Così possiamo pensare di vincere le partite. Speriamo possano continuare così perché stanno giocando alla grande”.

Il tutto per tutto. “Da ora in poi gare importanti per noi? Sì, è un periodo fondamentale per il Palermo. Alla fine in tutte le gare è necessario dare il massimo, però adesso dobbiamo pensare al Cesena. A quelle dopo ci pensiamo in seguito. Pensiamo gara dopo gara”.

Rinnovo questione spinosa. “Non ci sono ancora novità a proposito del rinnovo del mio contratto (scadenza giugno 2015, ndr). Il mio procuratore sta parlando con il presidente Zamparini. Vediamo cosa accadrà”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy