LE PAGELLE DI MEDIAGOL.IT CESENA-PALERMO 2-2

LE PAGELLE DI MEDIAGOL.IT CESENA-PALERMO 2-2

VIVIANO 6 – La parata più bella la fa a gioco fermo su Ceccarelli. Prende due gol su altrettante sassate da distanza ravvicinata, e tutto il resto è ordinaria amministrazione. .

Commenta per primo!

VIVIANO 6 – La parata più bella la fa a gioco fermo su Ceccarelli. Prende due gol su altrettante sassate da distanza ravvicinata, e tutto il resto è ordinaria amministrazione. LABRIN 6 – Non brilla per eleganza, ma è concreto, bada al sodo e se è in difficoltà spazza via senza diventar rosso. Qualche patimento, ma nulla di trascendentale, tiene bene. SILVESTRE 6,5 – Al rientro dopo un infortunio fastidioso e lungo, si riprende subito con autorevolezza il ruolo di leader della difesa, e ritrova anche la via del gol con il suo solito stacco preciso e potente. MANTOVANI 5,5 – E’ l’uomo che più soffre gli attacchi romagnoli, ma il perché è presto spiegato: Bertolo è in giornata positiva in fase di spinta e troppo spesso dimentica di chiudere lasciandolo quasi da solo. MUNOZ 7 – Forse la miglior partita da quando indossa la maglia del Palermo. Due volte fuori ruolo, si dimostra comunque implacabile nelle chiusure, e con un mix di fortuna e abilità confeziona un grande assist per Bertolo che sblocca la gara. DONATI 6 – Alterna momenti di grande sapienza tattica ad altri un po’ oscuri in cui perde il filo del discorso. Comunque positivo, viene fuori con il passare dei minuti. DELLA ROCCA 5,5 – Discorso inverso: parte bene e si spegne alla distanza. Cerca di appoggiare a manovra offensiva e a ripiegare per tamponare le falle lasciate da Bertolo, e questo lavoro alla lunga lo sfianca. BERTOLO 6,5 – Meriterebbe anche di più, se non fosse per le già dette lacune difensive. E’ una costante spina nel fianco della difesa romagnola, che buca a ripetizione. Peccato per quella occasione allo scadere: se la avesse trasformata sarebbe diventato eroe del giorno e uomo salvezza. VAZQUEZ 6,5 – Geometrie, idee, eleganza. Questo ha messo in campo il Mudo a Cesena. Riproposto titolare dopo mesi, prende la squadra per mano e detta tempi e ritmi. Ancora da affinare l’intesa con qualche compagno, ma gioca un’ottima gara, la cui ciliegina sarebbe stato il gol, che la traversa gli nega. MICCOLI 6 – Si danna l’anima ma produce pochino, a causa di una giornata non troppo ispirata e dalla scarsa vena del suo compagno di reparto, oltre che da qualche imprecisione in chi dovrebbe imbeccarlo. HERNANDEZ 4,5 – Brutta, brutta partita di Abel. Sbaglia tutti i controlli, anche quelli più elementari, non serve mai un compagno con una precisione anche approssimativa, non tira mai in porta, se non a gioco fermo con una seppur splendida rovesciata. BACINOVIC Sv. – Venti minuti per irrobustire il centrocampo. ACQUAH Sv. – Anche per lui pochi minuti per dare dinamismo in mezzo al campo. BUDAN Sv. – Applaudito dai suoi ex tifosi, nel giorno del suo compleanno ha la palla per farsi e fare al Palermo uno splendido regalo, ma la sciupa di poco. MUTTI 6 – Decide finalmente di lanciare Vazquez dal primo minuto, e il trequartista ex Belgrano lo ricambia con una prestazione di livello. Schiera la squadra più logica possibile, anche sulla scia delle indicazioni ricavate nelle ultime settimane. A tradirlo un po’ è Hernandez, che è in giornata no e poteva essere sostituito prima. Con un po’ di coraggio in più questa partita l’avrebbe vinta. A cura di Fabio Corrao

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy