FOSCHI: “VENDUTO IO TONI. HO FATTO BENE”

FOSCHI: “VENDUTO IO TONI. HO FATTO BENE”

Intervistato dal Giornale di Sicilia, il direttore tecnico del Cesena ed ex ds del Palermo, Rino Foschi, è tornato ancora una volta a parlare della cessione di Luca Toni. “L’ho venduto io.

Commenta per primo!

Intervistato dal Giornale di Sicilia, il direttore tecnico del Cesena ed ex ds del Palermo, Rino Foschi, è tornato ancora una volta a parlare della cessione di Luca Toni. “L’ho venduto io Toni. Non voleva restare: guardate la carriera di Toni, ogni due anni cambia squadra. L’ho comprato in lire, e venduto in euro, l’ho venduto quando andava venduto, ed ho fatto bene – ha detto Foschi -. Aveva uno stipendio troppo oneroso per noi, lui meritava di andare a guadagnare di più altrove: aveva fatto cinquanta gol in due anni. Se n’è voluto andare, lo abbiamo dato alla Fiorentina. Abbiamo preso Caracciolo e Makinwa, che non hanno fatto troppo bene. Ma Toni, che avevo pagato 11 miliardi di lire, l’ho venduto 12 milioni di euro. Non è vero che l’ho buttato via, l’ho ceduto perché era la cosa migliore da fare. Lui si è ripetuto a Firenze, poi è andato in Germania. Quando Toni vuole cambiare, bisogna solo subire”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy