Scandalo Catania: nuova intercettazione. Delli Carri si vanta di avere precedenti in fatto di combine e accusa Lo Monaco. Ecco il testo

Scandalo Catania: nuova intercettazione. Delli Carri si vanta di avere precedenti in fatto di combine e accusa Lo Monaco. Ecco il testo

L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport rende noto il testo di una nuova intercettazione telefonica nell’inchiesta ‘I Treni del Gol’ che ha incastrato tra gli altri il presidente del Catania,.

Commenta per primo!

L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport rende noto il testo di una nuova intercettazione telefonica nell’inchiesta ‘I Treni del Gol’ che ha incastrato tra gli altri il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti. Il rapporto tra Pulvirenti e Daniele Delli Carri era tutt’altro che idilliaco e a fine aprile il direttore sportivo si sfogò così con il suo amico Piero Di Luzio.

Delli Carri: e no perché te la prendi così, ma tu devi capire che ci sono cose che a volte non vanno come dici tu… e gli ho detto io… ‘ee o magistrato e amico mio ascoltami bene io sono abituato… e son trent’anni che lo faccio e siccome tu hai avuto un maestro in questo’, gli ho detto… ‘tu hai avuto un maestro te lo dice Daniele’… a me le cazzate non me le deve raccontare… cioè io qua ho fatto il duro oggi! (secondo gli inquirenti, il magistrato è Pulvirenti e il maestro che gli avrebbe insegnato a fare certe cose sarebbe Pietro Lo Monaco, già al suo fianco dirigente a Catania, ndr).
Di Luzio: si e comunque lui deve capire che le cose sono andate come dovevano andare…
Delli Carri: ma io su questo ho battuto Piero senza problema… il problema Piero è che se tu guardi veramente la festa… Pie non è così…
Di Luzio: e va be poteva dire trattiamo (uno sconto sul pagamento, ndr).
Delli Carri: fidati Pie perché se io poco poco vedevo qualcosa in più, io oggi sfondavo di qua eh… io non ho potuto sfondare di qua perché la festa non è andata come dicevamo noi capito?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy