Reggina-Catania 1-1: un pari che va ‘stretto’

Reggina-Catania 1-1: un pari che va ‘stretto’

Pareggio che lascia l’amaro in bocca al Catania ed alla Reggina. Vantaggio degli etnei, poi il pari nel finale grazie alla rete dei padroni di casa con Bangu

Commenta per primo!

REGGINA (4-4-2): Sala; Gianola, Cane, Kosnic, Possenti; De Francesco, Botta (Romanò), Knudsen (Bangu), Porcino; Oggiano, Coralli.
A disp.: Licastro, Maesano, De Bode, Carpentieri, Cucinotti, Baccellieri, Lo, Mazzone, Tommasone, Tripicchio. All.: Zeman.

CATANIA (4-3-3): Pisseri; Nava, Gil, Bastrini, Djordjevic; Fornito, Scoppa(Calil), Biagianti; Russotto (Di Grazia), Paolucci, Piscitella (Di Cecco).
A disp.: Martinez, De Santis, Mbodj, Silva, Sessa, Anastasi. All.: Rigoli.
Ammoniti: Gil, Scoppa, Calil, Bangu
Marcatori: Piscitella, Bangu

Primo tempo a ritmi blandi con la Reggina volitiva ma imprecisa ed il Catania sornione, pronto a colpire con folate offensive. Proprio da una di queste proiezioni avanzate nasce la rete del vantaggio degli ospiti, grazie a Russotto che sfrutta una indecisione difensiva avversaria e scodella in area un pallone che Piscitella deve semplicemente appoggiare in rete. Ad inizio ripresa, dopo la sfuriata dei padroni di casa, è nuovamente il Catania a rendersi pericoloso grazie a Russotto che rientra sul destro e conclude verso la porta di Sala. Peccato che il tiro a giro impatti sul palo. La reazione della Reggina arriva nel finale con Bangu che sfrutta la sponda aerea di Coralli e trafigge Pisseri con un preciso diagonale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy