Perinetti: “Caos Catania? Dico la mia. Bisogna sentire la parte sotto accusa. Retrocessione? Sanzione dura, ma inevitabile”

Perinetti: “Caos Catania? Dico la mia. Bisogna sentire la parte sotto accusa. Retrocessione? Sanzione dura, ma inevitabile”

Gli arresti dell’ormai ex presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, e degli altri dirigenti dell’ambito dell’inchiesta sulla compravendita di partite di Serie B ha sconvolto la città etnea..

Commenta per primo!

Gli arresti dell’ormai ex presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, e degli altri dirigenti dell’ambito dell’inchiesta sulla compravendita di partite di Serie B ha sconvolto la città etnea. L’ex responsabile dell’area tecnica del Palermo, Giorgio Perinetti, ha così commentato la vicenza. “Prima di giudicare, prima di farsi un’idea bisogna aspettare che si faccia chiarezza sulla vicenda. Bisogna sentire anche la parte che oggi è sotto accusa. E’ naturare una certa sorpresa vedendo come certi passaggi appaiono assolutamente espliciti. Ripeto, però, che bisogna dare la possibilità agli indagati di spie gare, di dire la propria. Certe volte la disperazione porta a compiere passi inconsulti – ha dichiarato Perinetti ai microfoni di sottoilcielorossazzurro.it -. Passi che non si dovrebbero mai tentare. Sorprende e non poco l’ingenuità apparente di questo tipo di movimentazione. Anche per questo dico che è meglio aspettare. Quando sono coinvolti i massimi vertici della società, i regolamenti prevedeno pene assolutamente dure. Allo stato di ciò che si evince in questo momento la retrocessione può essere una sanzione dura, ma inevitabile. Ancora è presto per esprimersi in tal senso, siamo alle prime letture. C’è ancora da fare un processo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy