Fondi-Catania 1-1, editoriale: in fondo in fondo…

Fondi-Catania 1-1, editoriale: in fondo in fondo…

Commenta per primo!

Sarà per il nome dell’avversario (che come sempre condiziona nella ricerca del titolo), sarà perchè la dietrologia è ormai il pane quotidiano dei nostri tempi, sarà perchè nonostante la categoria il Catania è pur sempre il Catania; però il pareggio maturato ieri, in fondo in fondo, non va bene a nessuno. Un uno a uno che che conferma i limiti del Catania lontano dal Massimino e che lascia gli etnei nei bassi fondi della zona play off senza effettuare la tanto attesa ‘operazione sorpasso’.

In fondo in fondo non sarà soddisfatto il tecnico. Mister Rigoli ha parlato di pareggio giusto e di una gara che i suoi uomini non hanno giocato complessivamente male. E’ mancato solamente l’approccio giusto, la necessaria determinazione… Hai detto poco. Ha dato fiducia a Djordjevic e a Fornito con un cambio di modulo orientato verso la difesa a tre, ma le risposte attese, non sono arrivate. Il campionato è ormai giunto alla ventiduesima giornata e ancora si dibatte sulla giusta mentalità…

In fondo in fondo non sarà soddisfatto il direttore Lo Monaco. Il Catania si sta muovendo bene sul mercato. Marchese, Baldanzeddu e Diogo Tavares; più due o tre rinforzi per puntellare la squadra. La dirigenza sta mettendo le basi per creare un organico di alto livello, ma la prima gara del nuovo anno non ha mostrato un ‘nuovo Catania’. Di chi è la responsabilità? Come mai la squadra (soprattutto lontano dal Massimino) non interpreta spesso le gare come dovrebbe? Una sola vittoria in trasferta, con il secondo peggior attacco con appena cinque gol. E’ vero che c’è stato un cambiamento tattico e di uomini, ma il problema principale riguarda l’atteggiamento.

In fondo in fondo non saranno soddisfatti neanche i giocatori. È vero, per come si era messa, questa partita si poteva anche perdere, ma se in settimana alcuni giocatori hanno parlato addirittura di primo posto, beh allora la ripartenza non è stata consona alle aspettative.

Chi non ha bisogno di essere ‘in fondo, in fondo’ insoddisfatta è certamente la tifoseria. I tanti giorni di stop e le novità provenienti dal mercato avevano fatto crescere le aspettative dei supporter rossazzurri, pronti per festeggiare una vittoria. E invece niente; il campionato è ancora lungo, ma il tempo passa. Ciò che non tramonta è la fiducia nei confronti del direttore Lo Monaco, soprattutto per il lavoro a tuttotondo fatto sulle casse e sull’immagine del Catania. La pazienza ripagherà, prima o poi, ma ripagherà…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy