Foggia-Catania 3-0: le pagelle del match

Foggia-Catania 3-0: le pagelle del match

Commenta per primo!

Non si salva nessuno in casa Catania dopo la pesante sconfitta rimediata sul campo del Foggia. Bocciati tutti i reparti, con gravi responsabilità a livello generale e individuale. Ecco le valutazioni della nostra redazione:

Liverani 4,5 – Indecisione fatale in occasione della rete del vantaggio del Foggia. Poco reattivo e spaesato, sembra aver perso quella sicurezza e forza mentale che aveva caratterizzato parte del girone di andata. Qualche responsabilità anche sul tre a zero di Agnello.

Bergamelli 4 – Che sofferenza per il centrale adattato sulla fascia. Moriero lo sposta sull’out per contenere Sarno, ma è proprio l’esterno del Foggia ad avere la meglio sfruttando la maggiore velocità nel breve.

Nunzella s.v.

Bastrini 5 – Quasi sufficienza. Oggi sembra quasi un voto positivo.

Ferrario 5 – Qualche lancio interessante e il tentativo di arginare il bomber Iemmello. Non sempre ci riesce, ma spesso viene attaccato senza il minimo filtro del centrocampo.

Pelagatti 4,5 – Esterno fa fatica. Uno, due, tre tentativi di proporlo sull’out di destra, ma sempre con lo stesso risultato. Forse non sarebbe meglio archiviare definitivamente questa ipotesi?

Garufo s.v.

Di Cecco 5 – Lasciato solo in mediana dal pressing non perfetto del tandem Castiglia-Russotto, si vede superare costantemente dai trequartisti avversari. Poche colpe individuali, ma di reparto.

Musacci 4 – Entra nella ripresa… Purtroppo. E’ lui che consegna la sfera utile a Iemmello per siglare il due a zero. Pasticcione e supponente, insomma il solito Musacci.

Castiglia 5 – Per venti minuti cerca di effettuare un interessante pressing offensivo, poi di interessante c’è davvero ben poco.

Russotto 4,5 – Dopo la gara contro il Messina, ecco nuovamente il vecchio Russotto. Testardo, nervoso e poco attento ai dettami tattici. In avanti neanche l’ombra e in fase di non possesso lascia spesso in inferiorità numerica il centrocampo.

Falcone 4,5 – Meriterebbe il ‘senza voto’, ma per uniformità di giudizio il 4,5 non glielo toglie nessuno

Calderini 4,5 – Non salta l’uomo, non tira in porta e non riesce mai ad attaccare la profondità. L’unica speranza per lui è che la fine del campionato arrivi il prima possibile. Non a caso l’ultima rete è datata venticinque ottobre.

Lupoli 4,5 – Ha giocato? Ah si vero, il cartellino giallo…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy