Foggia-Catania 3-0: gli etnei col mal di testa e male alle gambe

Foggia-Catania 3-0: gli etnei col mal di testa e male alle gambe

Commenta per primo!

Foggia (4-2-3-1): Narciso; Loiacono, Coletti, Gigliotti, Di Chiara; Chiricò, Agnelli, Vacca; Sarno (Sainz-Maza), Iemmello, Floriano (Gerbo). All. De Zerbi A disp.: Micale, Agostinone, Lauriola, Riverola, Quinto, Lodesani, Arcidiacono, De Gennaro

Catania (4-5-1): Liverani; Pelagatti (Garufo), Ferrario, Bastrini, Bergamelli (Nunzella); Di Cecco, Castiglia, Falcone, Calderini, Russotto, Lupoli (Musacci). All. Moriero A disp: Bastianoni, Agazzi, Pessina, Felleca, Gulin

Ammoniti: Lupoli, Coletti, Gigliotti, Bergamelli

Marcatori: 13′ Floriano, 73′ Iemmello, 79′ Agnello

Il Catania torna a casa da Foggia con zero punti e tre reti al passivo, in una gara sbagliata dal primo al novantesimo minuto. I rossazzurri cercano di impostare una partita di rimessa fatta di ripartenze, con i padroni di casa invece decisi a mantenere il pallino del gioco con un costante giro palla. Quattordici minuti e le trame dei rossoneri trovano la via giusta. Pallone recuperato sulla trequarti da Sarno che lascia partire un preciso destro a giro; palla sull’incrocio dei pali e Floriano lesto ad arrivare per primo sulla sfera e a superare un incerto Liverani. Etnei troppo rinunciatari ed imprecisi, e così è ancora il Foggia a sfiorare la rete prima con una conclusione lisciata da Iemmello nell’area piccola e poi con un tiro dalla distanza di Sarno smanacciato sul fondo da Liverani. Nella ripresa Moriero si affida a Musacci chiamando in panchina Lupoli. Proprio il mediano ex Parma però perde un pallone sanguinoso che permette a Iemmello di siglare comodamente il due a zero. Il punto esclamativo lo mette Agnello che con uno splendido pallonetto dal limite manda in estasi lo Zaccaria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy