Catania – Varese 2-1: le pagelle della partita

Catania – Varese 2-1: le pagelle della partita

Quarta vittoria stagionale per gli etnei che riescono a imporsi sul Varese con le reti di Calaiò e Rosina dimostrando personalità e compattezza soprattutto nella prima frazione. Secondo.

Commenta per primo!

Quarta vittoria stagionale per gli etnei che riescono a imporsi sul Varese con le reti di Calaiò e Rosina dimostrando personalità e compattezza soprattutto nella prima frazione. Secondo tempo di sofferenza che però non compromette la vittoria.

Frison 6,5 – Prestazione quasi inoperosa per il numero uno rossazzurro che si limita alla normale amministrazione con qualche uscita e poco più. È determinante però in un’unica occasione nell’uno contro uno con Miracoli, una parata da tre punti.

Sauro 6,5 – Parte in maniera titubante rimediando subito un cartellino giallo, ma con il passare dei minuti prende le misure ai diretti avversari e diventa invalicabile. Rude e da raffinare, ma finalmente convincente.

Spolli 5,5 – Stringe i denti e alza una barricata insieme a Capuano. Il Varese non punge più di tanto, ma quando inizia la ripresa la benzina viene meno e lui va in difficoltà. Ingenuo lo scivolone con cui spiana la strada al gol di Neto Pereira.

Capuano 6,5 – Ancora personalità ed esperienza per il difensore campano. Ottimo il feeling con Spolli e bene anche l’asse di centro sinistra con Monzon. Per adesso è un perno insostituibile, chissà che non abbia trovato un nuovo ruolo in “vecchiaia”.

Monzon 6 – Prosegue la crescita esponenziale del difensore argentino. Davanti a sè ha un osso duro come Zecchin, ma lo argina senza eccessivi patemi. Bene anche in fase di spinta anche se punge meno rispetto ad altre uscite.

Rosina 7 – Cosa chiedere di più ad un giocatore che ha stretto i denti, ha corso fino alla fine ed ha anche messo a segno una rete di fondamentale importanza? In realtà è insostituibile e la sua assenza non può essere colmata facilmente.

Escalante 6,5 – Quantità e qualità per il numero otto che ancora una volta si conferma indispensabile in mediana. Ottimi i suoi recuperi e la sua incisività.

Rinaudo 6,5 – Da quando è tornato, la grinta è nuovamente una delle caratteristiche del centrocampo. Generoso e a tratti quasi cattivo, l’argentino è il collante sia nello spogliatoio che in campo.

Calello 5,5 – Servono muscoli e lui viene chiamato in causa. Non è eclatante la sua presenza,ma si fa sentire con qualche intervento rude.

Chrapek s.v.

Martinho 6 – Non gli si poteva chiedere troppo viste le condicio i fisiche e l’assist per Calaiò basta e avanza. Sbaglia tanto ma corre anche tanto dimostrandosi utile per la squadra.

Leto 7 – Dopo tante insufficienze è arrivata la prima prestazione positiva in stagione. Sfiora la rete di testa, apre gli spazi per i compagni e soprattutto si mette a disposizione della squadra. Chissà che possa rappresentare un nuovo inizio.

Marcelinho s.v.

Calaiò 7,5 – Una rovesciata alla Vialli quella che sblocca il match e che sicuramente rimarrà indelebile nella memoria del Massimino. Il suo però è un lavoro a 360 gradi, come bomber ma anche come rifinitore, e ne è un esempio il gol del raddoppio di Rosina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy