Catania: tre tifosi denunciati e sottoposti a Daspo, il comunicato

Catania: tre tifosi denunciati e sottoposti a Daspo, il comunicato

Denuncia e D.A.SPO.: questo il provvedimento per tre tifosi del Catania rei di aver lanciato alcuni fumogeni in campo durante il match di sabato scorso tra gli etnei e il Frosinone. Le videoriprese.

Commenta per primo!

Denuncia e D.A.SPO.: questo il provvedimento per tre tifosi del Catania rei di aver lanciato alcuni fumogeni in campo durante il match di sabato scorso tra gli etnei e il Frosinone. Le videoriprese effettuate hanno permesso alle forze dell’ordine di individuare i responsabili.

Mediagol.it vi propone il comunicato diramato dalla Digos.

La Squadra Tifoserie della Digos, a seguito di specifica attività investigativa, suffragata dal contributo delle immagini videoriprese effettuate dal personale del Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica, ha denunciato all’Autorità giudiziaria tre ultras catanesi a seguito dei disordini avvenuti in occasione dell’incontro di calcio Catania-Frosinone dello scorso 28 febbraio – si legge nella nota -. Nello specifico, nelle fasi conclusive della gara che stava vedendo la compagine rosso-azzurra soccombere con il punteggio di 2 a 1, dalla ‘Curva Sud’ dello stadio A. Massimino venivano lanciati alcuni fumogeni in direzione del campo di gioco. Inoltre, al termine dell’incontro, alcuni tifosi della ‘Curva Nord’ si avvicinavano alle vetrate di protezione che separano gli spalti dal rettangolo di gioco e cominciavano a colpirle con calci e pugni. La conseguente attività d’indagine consentiva pertanto d’identificare e deferire all’A.G. competente:

– I.R., di anni 21, pregiudicato per reati inerenti il patrimonio, per aver utilizzato un fumogeno in modo da creare concreto pericolo per le persone;

– C.G.A., di anni 24, per danneggiamento aggravato;

– F.M., di anni 21, con pregiudizi di polizia per reati inerenti gli stupefacenti, per danneggiamento aggravato nonché per essersi travisato in luogo aperto al pubblico al fine di renderne difficoltoso il riconoscimento.

Inoltre, nei confronti dei suddetti, il Questore di Catania ha emesso i relativi provvedimenti di D.A.SPO. con obbligo di comparizione presso gli uffici di polizia competenti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy