Catania-Ternana 2-0: pokerissimo degli etnei e salvezza vicina 

Catania-Ternana 2-0: pokerissimo degli etnei e salvezza vicina 

Cinque vittorie consecutive e salvezza ormai praticamente in cascina. Un obiettivo, seppur minimo, alla fine è stato raggiunto, e vista la pericolosità dello spauracchio Lega Pro tutto.

Commenta per primo!

Cinque vittorie consecutive e salvezza ormai praticamente in cascina. Un obiettivo, seppur minimo, alla fine è stato raggiunto, e vista la pericolosità dello spauracchio Lega Pro tutto sommato un pizzico di serenità ha abbracciato l’ambiente rossazzurro. Serenità ma anche entusiasmo perchè cinque vittorie di fila, comunque, sono un risultato importante che proietta Marcolin ad un passo dal record di Pasqale Marino (sei vittorie consecutive nell’anno della promozione in A) e soprattutto per alcune ore avevano fatto sognare i tifosi etnei. 

Da play out a play off però il passo non è assolutamente così breve, e la dimostrazione è stata data dai risultati del weekend che hanno lasciato invariato il distacco dall’ottavo posto. Sette punti di distanza da colmare in cinque giornate, un divario pesante che potrebbe essere azzerato solamente da un harakiri delle dirette concorrenti impaurite dalla corsa salvezza. Ad oggi semplicemente utopia. Ecco perchè dunque è più giusto rimanere con i piedi per terra e gioire, in maniera molto contenuta, per il mantenimento della categoria.

Attenzione però al valore che queste ultime giornate potrebbero avere sul futuro dei rossazzurri. Se la rosa, infatti, verrà con ogni probabilità riconfermata in toto, discorso diverso potrebbe valere per il tecnico che proprio in questo sprint finale potrebbe giocarsi la riconferma. Una serie positiva per chiudere in bellezza e per confermare quanto di buono fatto da Marcolin, non solo a livello tattico, ma soprattutto umano con la sua capacità di ridare fiducia ad un ambiente depresso.

Anche contro la Ternana, il Catania ha dimostrato di pensare da grande con il cinismo e la pericolosità offensiva che contraddistinguono le big. Gioco non spettacolare, ma nessun pericolo alla porta di Gillet e una rete siglata per tempo grazie allo splendido gesto tecnico di Maniero e alla cavalcata solitaria di Lucas Castro. Un peccato enorme non essersi svegliati qualche giornata prima, ma ormai il dado è tratto e non resta che guardare al futuro che già lunedì pone sulla strada di Calaiò e compagni un Bologna in piena corsa promozione e bisognoso come mai di tre punti. Pressione sui felsinei e nulla da perdere per gli etnei: le condizioni ideali per proseguire la striscia positiva.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy