Catania-Pescara: le pagelle di Mediagol

Catania-Pescara: le pagelle di Mediagol

E’ arrivata la prima vittoria per Sannino. Il Catania ha battuto il Pescara 2-1.
.

Commenta per primo!

E’ arrivata la prima vittoria per Sannino. Il Catania ha battuto il Pescara 2-1.

Anania 5,5 – Ha qualche responsabilità in occasione della rete del pari di Melchiorri, ma si riscatta pochi minuti dopo con un intervento miracoloso sempre sul numero nove.

Peruzzi 6,5 – Prestazione confortante del terzino argentino che aveva di fronte a sè un avversario ostico come Caprari, ma non ha sofferto eccessivamente. Buona anche la spinta in fase offensiva con qualche assist invitante ma non sfruttato dagli avanti.

Gyomber 4,5 – Confuso e infelice. Il difensore polacco fa un passo indietro rispetto alle ultime uscite. Soffre il dinamismo di Melchiorri e nel finale completa l’opera rimediando un’ingenua espulsione.

Sauro s.v.

Spolli 5,5 – L’esperienza non basta per arginare la voglia e il dinamismo degli abruzzesi. Stringe i denti nel finale nonostante le condizioni fisiche precarie, e alla fine esce a testa alta.

Monzon 5,5 – L’esterno argentino corre e si danna, ma spesso il risultato è controproducente. La sua voglia di fare spesso lo limita portando confusione sia avanti che dietro. Le sue avanzate sono a tratti devastanti, ma troppo spesso la testa rimane bassa.

Capuano 5,5 – Al buon Ciro non si possono chiedere miracoli. Dopo una splendida prestazione in quel di Crotone, oggi il difensore adattato a centrocampo ha evidenziato maggiori difficoltà, soprattutto in fase di impostazione. Nonostante ciò per fortuna che c’è lui a sacrificarsi.

Martinho 5,5 – Ancora tante difficoltà per il brasiliano che non digerisce la posizione di mezzala. Le sue incursioni palla al piede sono spesso devastanti, ma non sempre riesce a indovinare l’ultimo passaggio.

Rosina 6,5 – È il simbolo del sacrificio e della voglia di vincere. Corre e inventa calcio in tutte le zone del campo in cui viene impiegato. Si procura e trasforma il rigore ad inizio match arrivando a quota tre nella classifica marcatori.

Jankovic 6,5 – Il giovane centrocampista risponde alle critiche piovute dopo la gare di Crotone con una prestazione convincente. Entra con maggiore convinzione nella manovra rossazzurra ed ha il merito dell’assist per Calaiò.

Leto 5,5 – Pensa più a sgomitare che a rendersi realmente utile. Qualche colpo di tacco in zone pericolose, ma alla fine nonostante qualche mugugno in tribuna, tutto passa inosservato e l’importante è il risultato.

Castro 5,5 – La ciminiera non smette di fumare, e anche oggi la sua prestazione addensa nuvoloni su quello che può essere il suo apporto alla causa. Impreciso e spesso egoista, l’argentino spreca molta ripartenze ed il pubblico perde facilmente la pazienza.

Calaiò 7 – l’arciere scocca la terza freccia stagionale ed è forse la più pesante. Tecnica e cinismo sono le sue doti principali e le sfrutta in pieno. Stavolta deve ringraziare Fiorillo per la complicità sul gol, ma un po’ di fortuna non guasta.

Sannino: Il mister campano ottiene la sua prima vittoria alla guida del Catania e sicuramente ha un sapore molto dolce. Stavolta lo aiuta la fortuna con il palo nel finale di Pasquato, ma da buon audace non fa mai indietreggiare i suoi e alla fine il risultato lo premia

di Stefano Auteri

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy