Catania-Perugia 2-0: prova del nove superata

Catania-Perugia 2-0: prova del nove superata

Il Catania di Marcolin supera anche l’esame ‘Perugia’ rilanciandosi con entusiasmo verso una miracolosa scalata della classifica. Un due a zero frutto di una prestazione da squadra matura, brava a.

Commenta per primo!

Il Catania di Marcolin supera anche l’esame ‘Perugia’ rilanciandosi con entusiasmo verso una miracolosa scalata della classifica. Un due a zero frutto di una prestazione da squadra matura, brava a capire il momento in cui fare male e quello in cui compattarsi e difendersi con ordine. Chi l’avrebbe detto, otto undicesimi dei titolari sono elementi arrivati dal mercato, ma in realtà sembrano aver giocato da sempre insieme con sovrapposizioni, coperture preventive e movimenti in avanti perfettamente sincronizzati.

Un Catania totalmente diverso dunque rispetto alla prima parte di stagione, con idee chiare e lucidità fino la novantesimo. Un grosso plauso inevitabilmente deve essere fatto a mister Marcolin che sin da subito ha pensato al 4-3-1-2 cercando poi di amalgamare nel migliore dei modi il materiale umano arrivato a gennaio. Altra nota di merito però va all’a.d. Cosentino e al d.s. Delli Carri. Stavolta il mercato di riparazione sembra aver veramente sistemato il giocattolo rotto con acquisti mirati, di categoria e affamati.

Dati importanti dunque dopo le due partite consecutive al ‘Massimino’. In primis le reti al passivo: zero in centottanta minuti, e se contro la Pro Vercelli ad essere esaltato era stato Terracciano, con il Perugia a salire in cattedra è stato l’ultimo arrivato in rossazzurro, Gillet. Tre gli interventi salva risultato, e soprattutto una doppia respinta prima su Nicco e poi su Lanzafame così prodigiosa d lasciare esterrefatti. Poi c’è l’attacco. Maniero e Calaiò continuano a segnare, cinque gol in tre partite per la coppia d’oro del Catania che adesso comanda la classifica dei marcatori con quattordici reti a testa. Ma a sorprendere è la voglia di sacrificarsi per il compagno di reparto e per la squadra, se poi nel pacchetto avanzato si aggiunge quel folletto instancabile che è Rosina, beh il risultato è fatto.

Insomma qualcosa è cambiato, e anche se è troppo presto per guardare la classifica, il Catania potrebbe ancora non essere tagliato fuori dalla corsa per i play off. L’entusiasmo del tifo etneo, però adesso dovrà fare i conti con il vero scoglio: la trasferta, perché contro il Modena si capirà veramente se i rossazzurri hanno intrapreso un’altra strada o se queste due vittorie potranno essere considerate solamente un fuoco di paglia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy